Mamma a 57 anni a Torino

da , il

    Mamma a 57 anni a Torino

    E’ una notizia che farà molto discutere: un coppia di Torino ha messo al mondo ieri una bambina. Cosa c’è di tanto strano? Nulla, se non fosse che la madre ha 57 anni e il padre 70. I due non hanno mai smesso di desiderare un figlio fino alla decisione di andare all’estero per concepire la loro bambina con la fecondazione assistita. La piccola Luisella è nata ieri mattina poco dopo le 8 all’ospedale Sant’Anna con un parto cesareo e nessuna complicanza: la neonata sta benissimo e pesa due chili e 600 grammi. Scelta personale e consapevole che però dovrebbe tenere conto anche dei diritti dei bambini: diventare madre ad un’età in cui in teoria si diventa nonne implica molti problemi.

    Ovviamente le reazioni al “caso” non si sono fatte attendere: «Avere un figlio a 57 anni è al di fuori della biologia e anche del buon senso. Auguro ogni bene a questa famiglia ma penso che sia un comportamento pericoloso voler diventare mamma a quasi sessant’anni, quando invece, secondo il ciclo biologico, si dovrebbe esser nonna» sottolinea il senatore del Pd Ignazio Marino.

    Il record in Italia è però detenuto da Liliana Catadoni che nel ’92 mise al mondo un figlio all’età di 61 anni. Per rimanere incinta la donna avrebbe fatto ricorso alla donazione degli ovociti recandosi all’estero, che nel nostro paese è vietata o alla embriodonazione.

    «In casi come questi i rischi maggiori prima e durante il parto riguardano soprattutto la salute della madre», sottolinea la professoressa Tullia Todros, responsabile del centro gravidanze a rischio del Sant’Anna dove è nata la bambina.

    «Prudenza comprensibile. Ma sarebbe inopportuno che qualcuno chiedesse adesso l’intervento dei servizi sociali. “Caso particolare” non significa necessariamente “a rischio”», conclude invece il ginecologo Silvio Viale.

    E voi cosa ne pensate?