Le mamme con la provetta hanno in media 37 anni

Le mamme che scelgono la fecondazioni in vitro sono sempre più vecchie e questo dipende da cause sociali. Inoltre, le coppie con problemi di fertilità sono il 20%

Pubblicato da Valentina Morosini Martedì 1 giugno 2010

Sono sempre di più le donne che si rivolgono ai centri di procreazione assistita per avere un figli. Le mamme in provetta sono in aumento e lo dimostrano i dati del ProCrea, centro svizzero in medicina riproduttiva, che mostrano un trend positivo di 12 mesi negli ultimi quattro anni. Se nel 2006 l’età media era di 36,39 anni nel 2009 è di 37,31. Secondo gli esperti si tratta di un dato preoccupante, perché è proprio l’età della donna uno dei principali fattori in grado di diminuire le possibilità di gravidanza. Insomma, più in là si cerca di intraprendere questa strada più difficile è la possibilità che ci sia una riuscita.
Si passa infatti da una percentuale che supera il 50% nelle donne con meno di 30 anni, al 17% per la fascia tra i 40 ed i 42 anni. I passaggi intermedi oscillano dal 44% di successo tra i 31 e i 34 anni, al 39% a 35 e 36 anni fino al 28% dai 37 ai 39 anni. Oltre i 43 anni la media di successo è decisamente bassa: 4%.

Probabilmente dipende dal fatto che si esce di casa tardi, si sperimenta il metodo naturale e posi si prova la prometta. Delle oltre 1.400 coppie che si sono affidate al centro nel 2009, la quota maggiore arriva dal nostro Paese.

Dal centro, inoltre fanno sapere che i problemi di fertilità secondo l’Oms interessano circa una coppia ogni cinque: le cause vengono suddivise in parti uguali tra uomo, donna e coppia; con un 10% idiopatico in cui la causa non può essere spiegata.

Foto tratte da
irismamma.it
edizionibe.it
annegeddes.com