Le allergie nei bambini possono essere favorite dallo stress in gravidanza

da , il

    Le allergie nei bambini possono essere favorite dallo stress in gravidanza

    Le allergie dei bambini potrebbero essere favorite da ansia, depressione e molestie durante la gravidanza. Lo ha scoperto, e avverte le mamme, Attilio Boner, professore di Pediatria all’università di Verona, che ha analizzato alcuni studi e ricerche sul tema. Stress e depressione influiscono moltissimo sullo stato del feto e anche sulla sua salute, con conseguenze che si possono manifestare anche tempo dopo la nascita. Vediamo cosa dice l’esperto.

    “Più di un lavoro mette in evidenza un collegamento tra ansia e depressione della mamma e probabilità che faccia figli con asma e allergie – ha detto l’esperto – se l’ansia raggiunge picchi tali da collocarsi al quinto quintile, il rischio di asma secondo alcuni studi aumenta del 60%, con alti livelli di stress le probabilità aumentano da una volta e mezzo a due volte e mezzo”.

    Secondo l’esperto infatti, meccanismo che porta alla comparsa delle allergie “è di tipo neuro-endocrino-immunologico, non di tipo psicosomatico”, ovvero, “le bimbe che nascono da mamme stressate in gravidanza producono più facilmente citochine, mediatori dell’infiammazione che favoriscono la comparsa dell’allergia. Questo perchè con lo stress si ha una liberazione cronica di cortisolo che fa sì che l’organismo si abitui al cortisone e ne riduca la risposta. La conseguenza è appunto una maggiore produzione di citochine”.

    Ma non è finita: anche se per evitare allergie è meglio che il bambino non viva sotto una campana di vetro, alcuni materiali possono essere dannosi, soprattutto nei primissimi mesi di vita. “Il materiale sintetico – dice il professore – fa male perché contiene più allergeni e più acari rispetto ai tessuti naturali ed emette sostanze organiche volatili che il bimbo inala e probabilmente hanno un effetto dannoso sull’apparato respiratorio, ma forse anche sul Dna”.