Lavinia Borromeo mamma per le terza volta: finalmente aspetta una bambina

da , il

    Lavinia Borromeo mamma per le terza volta: finalmente aspetta una bambina

    Lavinia Borromeo diventerà mamma per la terza volta: dopo i piccolo Leone e Oceano, la moglie di John Elkann è finalmente in attesa di una bambina. Una famiglia praticamente perfetta che ha sempre tenuto moltissimo alla privacy: «Sono una persona normale, siamo una famiglia normale», ama ripetere Lavinia nelle interviste. Una famiglia affiatata che ama le cose semplici e trascorre più tempo possibile con i figli: dopo la nascita di due maschietti ovviamente l’attesa era per la femmina, che pare proprio essere in arrivo. Dopo i nomi originali scelti per i due piccoli Elkann, non vediamo l’ora di sapere come si chiamerà la bambina e c’è già chi ha dato il via al toto nomi.

    Lavinia Borromeo Arese Taverna ha sposato il suo Jaki Elkann dopo una lunga relazione e un fidanzamento tradizionale. Un amore vero come dice chi li conosce: un’unione perfetta per la coppia che ha subito deciso di allargare la famiglia.

    «John e io ci siamo messi insieme il giorno del suo compleanno, il 1° aprile 1998» e da allora non si sono più lasciati.

    Lavinia e John fanno parte di una grande famiglia, molto unita ma sanno bene che la loro privacy e la serenità di coppia è la cosa più importante: «Cerchiamo di trascorrere quanto più tempo possibile con gli zii…. Però la mattina di Natale, la mattina presto col panettone quando si scartano i regali, quella è una cosa solo nostra, di noi quattro».

    Lavinia ha sempre detto di essere molto contenta di avere avuto due figli a distanza così ravvicinata ma ovviamente, dopo due maschi, era comprensibile sperare in una femmina: «Sono felice di avere due maschi, così vicini cresceranno insieme condividendo tutto…»

    Una mamma amorevole ma anche una donna che pensa agli altri e che lavora attivamente per migliorare le condizioni dei bambini che soffrono. «Sono nati a Torino, all’ospedale pubblico, il Sant’Anna», racconta, «in anticipo tutti e due. Oceano addirittura di un mese, ma non è passato dalla Patologia neonatale. Io l’ho visto, il reparto dei prematuri, mi si è stretto il cuore e ho deciso di dare una mano al progetto della Fondazione “Crescere insieme”…»

    La ristrutturazione del reparto, voluta fortemente da Lavinia, servirà per rifare: “ tutto nuovo, moderno, pensato per accogliere i neonati ma anche i genitori, in ambienti amichevoli e non più ostili, dove i papà e le mamme avranno accesso libero”.