L’obesità infantile ha le ore contate con l’aiuto dei supereroi dei fumetti

Imparare comportamenti alimentari sani attraverso gli insegnamenti dei supereroi. E' possibile e lo ha dimostrato un gruppo di esperti.

Pubblicato da Valentina Morosini Venerdì 5 agosto 2011

L’obesità infantile ha le ore contate con l’aiuto dei supereroi dei fumetti

I supereroi dei fumetti possono aiutare i bambini a contrastare l’obesità. A sostenerlo sono i ricercatori dell’Università di Cincinnati (Usa) che hanno coinvolto i ragazzini nella creazione di avventure a fumetti disegnate da loro, dove i loro miti non solo erano impegnati a debellare la terra da nemici, ma anche a trasmettere messaggi che favoriscono sani comportamenti di vita. Prima e dopo l’esperimento, gli esperti hanno misurato l’Indice di Massa Corporeo (BMI) e questo è rimasto pressoché invariato. Ma quali sono stati allora i risultati?

I bambini hanno adottato comportamenti più sani. Per la precisione, i supereroi dovevano dedicarsi ad almeno un’ora di esercizio fisico quotidiano, consumare cinque porzioni giornaliere di frutta e verdura, assumere acqua o bevande non zuccherate anziché bibite edulcorate, non dedicare più di due ore al giorno a Tv, Internet, videogiochi e simili. Ovviamente i comportamenti preferiti dai bambini sono stati tutti, tranne quello di sacrificare la tecnologia. È già un ottimo passo avanti.