Diventare mamma: l’istinto materno

Con istinto materno si intende quel legame esclusivo e particolare si crea tra madre e figlio fin dal momento del concepimento. Cresce giorno dopo giorno e si concretizza nel momento della nascita.

Pubblicato da Francesca Bottini Venerdì 3 aprile 2009

Con istinto materno si intende quel legame esclusivo e particolare si crea tra madre e figlio fin dal momento del concepimento. Cresce giorno dopo giorno e si concretizza nel momento della nascita.

E’ il sentimento che porta le madri ad occuparsi del proprio figlio incondizionatamente e a sacrificarsi per lui.

Per anni negato dalle femministe, questo sentimento è stato negli ultimi anni riabilitato anche grazie allo studioso Edwige Antier che sostiene come l’istinto materno esista ma che soprattutto sia un dovere ascoltarlo.

Se come dice Antier l’istinto materno è insito in ogni donna è anche vero che non tutte le madri lo sentono allo stesso modo.
Ci sono donne che quando vedono il loro bambino, pura avendolo cercato e desiderato, semplicemente non provano niente, o per lo meno non quello che ci si aspetterebbe dalla madre perfetta. Lo dico ironicamente ovviamente: ricordiamoci che nessuna di noi nasce madre ma è un vero e proprio mestiere che si impara giorno dopo giorno.

Come a scuola c’erano compagni più portati per la matematica non è detto che, anche chi non lo era, con impegno e sacrificio, non riuscisse comunque ad eccellere.

L’importante è seguire il proprio istinto e non cedere alle critiche o agli sguardi di disapprovazione delle persone intorno a te. Ognuno ama a modo suo e lo dimostra come meglio crede o riesce.

Così anche il legame con il proprio figlio crescerà nella quotidianità, giorno per giorno e senza fretta.