Istinto materno: un fenomeno fisico anche per chi non ha partorito

"L'esposizione ai neonati scatena comportamenti materni spontanei, non solo nei topi ma anche nell'uomo" ha spiegato Miyako Furuta, primo autore dello studio. "E' stato dimostrato che la neurogenesi (la creazione di nuovi neuroni) avviene nei topi che hanno partorito. Ora abbiamo scoperto che cio' avviene anche negli individui vergini o che non hanno partorito, ma che si prendono cura di piccoli altrui".

Pubblicato da Valentina Morosini Martedì 29 dicembre 2009

Istinto materno: un fenomeno fisico anche per chi non ha partorito

L’educazione del bambino inizia il primo giorno di vita. Il contatto con la mamma non solo influenza a livello comportamentale ma anche fisico. Può scatenare infatti la formazione di nuovi neuroni nel cervello, anche se non si e’ partorito ma solo allattato un neonato. E’ quanto hanno scoperto i ricercatori della Tufts University’s Cummings School of Veterinary Medicine in uno studio condotto su topi di laboratorio. È di certo un passo affascinante. Un altro tassello alla comprensione del fenomeno dell’istinto materno.

“L’esposizione ai neonati scatena comportamenti materni spontanei, non solo nei topi ma anche nell’uomo” ha spiegato Miyako Furuta, primo autore dello studio. “E’ stato dimostrato che la neurogenesi (la creazione di nuovi neuroni) avviene nei topi che hanno partorito. Ora abbiamo scoperto che cio’ avviene anche negli individui vergini o che non hanno partorito, ma che si prendono cura di piccoli altrui“.

Ai comportamenti materni i ricercatori hanno scoperto l’associazione di nuovi neuroni. “In particolare, i nuovi neuroni si concentrano nella regione subventricolare, associata al riconoscimento degli odori e probabilmente anche al riconoscimento degli individui piu’ giovani”. Le prossime ricerche, ha concluso Furuta, si concentreranno su come i nuovi neuroni influenzano il comportamento materno, e come questa neurogenesi si scatena.