Ipertensione prima della gravidanza? Maggiore è il rischio depressione

Soffrire di ipertensione prima del concepimento aumenta la possibilità di sviluppare sintomi depressivi in gravidanza e anche dopo: insomma non sempre si deve parlare di depressione post partum

Pubblicato da Valentina Morosini Giovedì 24 novembre 2011

Ipertensione prima della gravidanza? Maggiore è il rischio depressione

L’ipertensione in gravidanza è pericolosa, ma lo è anche prima del concepimento. Secondo uno studio dei ricercatori del dipartimento di Psichiatria e Scienze Comportamentali dell’University di Washington, le donne ipertese prima di rimanere incinte hanno più probabilità di cadere in depressione durante la gravidanza. Insomma i problemi non sono strettamente legati al periodo della gestazione. Ma vediamo insieme come sono arrivati a questa tesi.

Durante lo studio sono state esaminate quasi 2.400 donne che hanno ricevuto cure prenatali in una clinica di ostetricia a Seattle, valutandole per sintomi depressivi, pre-esistente ipertensione o ipertensione indotta dalla gravidanza. È emerso che il 13% soffre di pressione alta durante la gravidanza è causata dallo stato interessante.

Circa il 6%, invece, sviluppa la preeclampsia, condizione grave che può portare e alla morte fetale e a quella della mamma. Ma c’è di più. Questa ricerca ha messo in evidenza che le signore che la pressione alle stelle, prima della gestazione, hanno circa il 60% in più di probabilità di sviluppare sintomi depressivi.

Wayne Katon, autore dello studio, ha dichiarato: “La depressione durante la gravidanza è associata a depressione post-partum e a problemi di affettività con il bambino, e in generale ha un impatto dannoso sia sulla mamma sia sul neonato”… forse ci sono nuove motivazioni ed è possibile prevenire il disturbo in modo sereno. Questo studio potrebbe essere davvero importante e cambierà la vita di molte mamme: rendiamoci conto che la depressione causa anche un inutile senso di colpa.