Integratore alimentare per la gravidanza: Elevit

Durante il periodo della gravidanza è meglio utilizzare degli integratori multivitaminici. Elevit dovrebbe essere assunto già durante la programmazione del concepimento e aiuta a combattere tutte le carenze

Pubblicato da Valentina Morosini Sabato 4 luglio 2009

Durante la gravidanza è bene aiutarsi con degli integratori, per prevenire disturbi o carenze di vitamine o minerali o dietetiche anche dopo il parto, durante l’allattamento. La mamma ha bisogno di avere tutte le risorse affinché il bimbo possa crescere sano e forte. Elevit appartiene alla categoria dei multivitaminici e minerali/oligoelementi.
Elevit andrebbe utilizzato già prima di aver concepito. Insomma, l’ideale sarebbe iniziare a prendere questo integratore nel periodo in cui state programmando una gravidanza per poi continuare per tutto il corso e durante l’allattamento.

Il latte materno è un nutrimento equilibrato e corretto per il neonato, ma ovviamente dipende dall’alimentazione della mamma. Se la donna, facciamo un esempio, ha delle carenze di vitamine ne consegue che anche il latte sarà povero così come dieta del neonato. Da non trascurare poi l‘apporto di vitamine durante la gravidanza: la mancanza di B9 può causare malformazioni congenite degli arti e del sistema nervoso, la C favorisce l’assorbimento del ferro (indispensabile per prevenire stati di anemia), mentre la D è invece essenziale per l’assimilazione del calcio che garantisce al bimbo una struttura ossea più forte.

Elevit va assunto durante i pasti e si raccomanda una compressa al giorno. Per una terapia più aggressiva è meglio consultare il vostro medico, non superate la dose da sole. Nella fase delle nausee mattutine, evitate di prendere l’integratore a colazione, meglio la sera o a pranzo. Rischiate di fare uno sforzo inutile.