Insolazione e colpo di calore: attenzione ai bambini

da , il

    Il colpo di calore è in agguato, ma come evitarlo ai nostri figli? In questi giorni la protezione civile ha messo in allarme tutta la popolazione: bambini ed anziani devono evitare di uscire di casa nelle ore più calde, ovvero dalle 11,00 di mattina alle 18,00 del pomeriggio. In casa, va mantenuta la giusta areazione: non chiudete le finestre per non far entrare il caldo! Piuttosto, mettete delle tendine o magari anche l’ombrellone del mare davanti alla finestra per non far entrare i raggi infuocati del sole. Un ventilatore può andar bene a patto di non sudarci davanti.

    Se invece siete già al mare o comunque siete costrette a far uscire i vostri bimbi, magari per giocare in giardino o nel cortile, seguite le seguenti piccole regole: vestiti chiari e leggeri, possibilmente di cotone, un cappellino altrettanto fresco, magari a falda larga.

    Sempre la protezione solare addosso ed una bottiglietta d’acqua a disposizione. I rischi maggiori consistono proprio nella disidratazione, nella scottatura e nel più pericoloso colpo di calore. La disidratazione consiste nella perdita di liquidi e sali minerali dovuta alla forte sudorazione: può provocare uno stato confusionale, debolezza e svenimenti. Si risolve senza rischi se si porta il bimbo in un luogo fresco e lo si reidrata. Per sicurezza è meglio chiamare un dottore.

    Un medico va invece assolutamente contattato nel caso di colpo di calore, che si manifesta con febbre molto alta e mancanza di sudore. Può essere anche conseguenza di una disidratazione trascurata. I fattori di rischio sono il caldo intenso, l’attività fisica ed un alto tasso di umidità.

    Se riuscite, evitate dunque di far fare ai vostri figli le corse sulla spiaggia, le partite di calcetto o di beach volley nelle ore più calde. La febbre è alta perché l’organismo non riesce a ristabilire la sua abituale temperatura. Allora va fatto manualmente, anche con acqua gelida e ghiaccio, in attesa del soccorso. Può portare a convulsioni, shock e danni al sistema nervoso.

    La prevenzione è come sempre la cosa migliore. Ma come intrattenerli in queste ore di caldo intenso? Una piscina gonfiabile da mettere in un posto fresco ed ombreggiato o addirittura inventare giochi nella vasca da bagno (sotto la vostra supervisione) sono un’ottima soluzione!