Infezioni alimentari nei bambini, il pericolo cresce in estate

Le infezioni alimentari nei bambini possono essere molto pericolose e aumentano in estate soprattutto per colpa del caldo che favorisce il proliferare di batteri.

Pubblicato da Francesca Bottini Venerdì 25 maggio 2012

Infezioni alimentari nei bambini, il pericolo cresce in estate

Le infezioni alimentari nei bambini sono molto più sviluppate in estate e proprio per questo i genitori devono vigilare in modo particolare sull’alimentazione dei loro piccoli. Secondo i pediatri della Società Italiana di Infettivologia Pediatrica (SITIP) infatti, le infezioni alimentari diventano molto più rischiose nella stagione calda: i cibi però non sempre svelano ad una prima occhiata potenziali pericoli per i piccoli. Il caldo crea infatti l’ambiente ideale perché i batteri del cibo possano proliferare e nei bambini, che hanno un fisico ancora non sviluppato per difendersi da virus, batteri, parassiti, la pericolosità aumenta.

Le infezioni alimentari nei bambini

bambini_infezioni_alimentari
Il pericolo per i bambini di infezioni alimentari è molto alto anche perchè non sempre l’aspetto del cibo rivela potenziali problemi. “Spesso la presenza di microrganismi pericolosi non è evidente – dice la Professoressa Susanna Esposito, Presidente della Società Italiana di Infettivologia Pediatrica. – Gli alimenti contaminati, infatti, possono mantenere le loro solite caratteristiche di colore, odore e sapore. Consumare un alimento solo perché ha un bell’aspetto non è una garanzia di cibo sano e non è sufficiente ad evitare rischio di infezioni per quanti lo ingeriscono. Adottare una serie di comportamenti corretti, nella vita di tutti i giorni, serve a ridurre il rischio di contrarre numerose malattie.”

Infezioni alimentari: il vademecum dei pediatri

GIOVANE FAMIGLIA
I pediatri della Società Italiana di Infettivologia Pediatrica (SITIP) hanno elaborato un vademecum per proteggere i piccoli dalle infezioni alimentari, soprattutto in estate. ”Negli alimenti che consumiamo abitualmente – spiegano gli esperti – a volte sono presenti agenti ‘patogeni’ come virus, batteri, parassiti che, a contatto con l’organismo umano, possono risultare dannosi per la salute”. Ecco qualche consiglio per difendere i propri bambini:

– curare in modo particolare l’igiene della mani quando si trattano alimenti;
– cuocete bene i cibi e fate in modo che ogni parte raggiunga i 70° di temperatura;
– gli alimenti cotti vanno consumati subito, in modo particolare nei ristoranti;
– conservate in frigorifero gli alimenti cotti ;

– se dovete conservare dei cibi cotti per vari giorni li dovrete surgelare immediatamente;
– riscaldare rapidamente e ad alta temperatura gli alimenti cotti prima di mangiarli;
– ponete sempre attenzione ai trattamenti che hanno subito i cibi che decidete di consumare;
– fate bere ai bambini solo acqua potabile e portate sempre con voli bottigliette sigillate.