Il travaglio, i tempi

I segnali principali sono fitte e contrazioni, che indicano l’inizio delle doglie. Bisogna stare attente a non confonderle con dei falsi allarmi. Poi un’altra cosa che potrebbe essere indicativa è la perdita del tappo mucoso che però è indolore e potrebbe passare inosservata.

Pubblicato da Valentina Morosini Domenica 11 ottobre 2009

Il travaglio, i tempi

Siete quasi al termine e state aspettando il parto. Il travaglio può iniziare anche 15 giorni prima della data o una decina dopo. Non affidatevi a una tabella prestabilita, perché ogni processo ha il suo corso.
I segnali principali sono fitte e contrazioni, che indicano l’inizio delle doglie. Bisogna stare attente a non confonderle con dei falsi allarmi. Poi un’altra cosa che potrebbe essere indicativa è la perdita del tappo mucoso che però è indolore e potrebbe passare inosservata.

Si tratta di una perdita di consistenza gelatinosa (più densa delle perdite vaginali che compaiono in gravidanza) e può essere striata di rosa o di rosso. La presenza di gocce di sangue è dovuta alla rottura dei vasi capillari che si verifica quando l’utero comincia a dilatarsi.

É consigliabile andare in ospedale quando le contrazioni si succedono a circa una distanza di 5-10 minuti e quando hanno una durata di 40-50 secondi circa. E’ consigliabile preparare la valigetta 20 giorni prima per non trovarsi poi a dimenticare le cose necessarie.