Il pediatra: come sceglierlo

da , il

    Il pediatra: come sceglierlo

    Come scegliere il pediatra giusto? Quello bravo, disponibile, preparato, sensibile, simpatico ecc, ecc? Bhé, forse amiche mamme non è facilissimo trovare tutte queste caratteristiche in un unico specialista, ma avete comunque 9 mesi a disposizione per poterlo individuare. Scherzi a parte, è ovvio che dovrete partire dai consigli delle vostre amiche, quelle che hanno uno stile di vita ed un concetto della maternità simile al vostro. Poi cominciate a valutare gli orari di apertura dello studio del medico. Dovranno essere compatibili con i vostri e con quelli del vostro compagno che (almeno durante le prime visite) vi accompagnerà.

    Cercate di capire se il medico lascia un suo recapito telefonico per le emergenze e se è solito prendere un sostituto nei periodi in cui è assente, magari per le vacanze.

    Soprattutto fatevi dire le modalità di accesso allo studio. Molti pediatri ormai preferiscono vedere i bambini piccoli solo su appuntamento in orari particolari. Sono da prediligere scelte di questo tipo che evitano al neonato la compresenza nella sala d’aspetto con bambini più grandi, portatori di infezioni virali e contagiose come ad esempio la varicella.

    Cercate di conoscere prima il pediatra che avrete pre-selezionato. Una chiacchierata vi farà capire se è quello giusto per voi! In realtà in questo contesto vi potrà dare già dei preziosi consigli su cosa fare per preparare adeguatamente il seno all’allattamento, o come comportarsi appena rientrati a casa dall’ospedale.

    Vi potrà anticipare i contenuti ed il numero dei controlli ai quali sarà sottoposto il vostro bambino. Non sempre i pediatri si concedono a questi dialoghi, ma l’importante è tentare.

    Un altro fattore che dovrete valutare a parer mio (e per esperienza diretta) è la vicinanza alla vostra abitazione. Specie nei primi mesi, quando i controlli sono frequenti, potrebbe essere meglio non attraversare la città nel traffico.

    Ma anche dopo: un disturbo improvviso potrebbe richiedere un controllo immediato. Avere il pediatra a 15 minuti di macchina anziché due ore può essere decisivo, specie per la vostra ansia di mamme.

    Per il resto, l’importante è che vi ispiri un profondo senso di fiducia e che sia pronto a rispondere con semplicità e competenza ad ogni vostra domanda. Il resto verrà da solo.