Il parto prematuro si previene con un po’ di cioccolato

Mangiare un po' di cioccolata durante la gravidanza potrebbe essere un ottima cosa per prevenire il rischio di parti prematuri

Pubblicato da Valentina Morosini Martedì 13 luglio 2010

Mangiare cioccolata in gravidaza, si può? Questa è una bella domanda, perché molte signore sono tormentate dal cibo e si trovano più alimenti no che alimenti sì. C’è però una bella notizia, un po’ di cioccolata farà bene all’umore e anche alla gravidanza. È una delle voglie più comuni e secondo un nuovo studio aiuterebbe a prevenire il rischio di parto prematuro. Il cioccolato, infatti, dimezzerebbe il rischio di incorrere nella preeclampsia, diminuendo il pericolo di far nascere il bebè prima del termine e di conseguenza preservando la salute del bambino e della mamma.

Non male l’idea di ottenere tutte queste cose con un alimento così buono e dolce. Bene, ricordatevi però che non bisogna esagerare con l’alimentazione. È importante non prendere troppi chili: il luogo comune per cui si mangia per due è una cavolata e lo abbiamo confutato in diverse occasioni. Ma torniamo alla cioccolata.

La cura e’ dolce, naturale e senza effetti collaterali e a funzionare sarebbe soprattutto il cioccolato fondente (come sempre). A scoprire la particolare proprieta’ del cioccolato in tutte le sue espressioni (da cubettino a bevanda, ecc) e’ uno studio condotto dall’University of Yale di New Haven (Connecticut) e pubblicato sulla rivista Annals of Epidemiology.

Sembrerebbe che la sostanza contenga della teobromina, colei che fa tutti questi miracoli. Gli studiosi, dopo un’analisi delle abitudini alimentari delle partecipanti, hanno rilevato che le signore che si abbandonavano piu’ facilmente a snack ”cioccolatosi” avevano fino al 50% in meno di probabilità di sviluppare la sindrome. Quindi non esagerate, ma concedetevi questo peccato.