Il metodo Ogino-Knaus per il calcolo del periodo fertile

Scopriamo cos'è il metodo Ogino-Knaus per il calcolo del periodo fertile. Concepito dal medico Kyusaku Ogino che condusse degli studi sulla fertilità femminile, è stato successivamente tramutato in metodo contraccettivo dal medico Hermann Knaus. Tuttavia si tratta di un metodo poco attendibile perché presuppone che il ciclo sia regolare. Scopriamo cos'è, come si esegue il calcolo dei giorni fertili, i limiti e l'efficacia.

da , il

    Il metodo Ogino-Knaus per il calcolo del periodo fertile

    Scopriamo cos’è il metodo Ogino-Knaus per il calcolo del periodo fertile. Si tratta di un metodo di regolazione naturale della fertilità che permette di calcolare statisticamente il periodo fertile. Da alcune donne viene impiegato anche come anticoncenzionale per prevenire eventuali gravidanze, ma è bene ricordare che l’affidabilità del metodo Ogino-Knaus è piuttosto bassa, perché i cicli hanno durate variabili e non sono sempre identici. Scopriamo se è sicuro, come si esegue il calcolo dei giorni fertili nell’Ogino-Knaus, i limiti e l’efficacia.

    Cos’è il metodo Ogino-Knaus

    Il metodo Ogino-Knaus è un metodo anticoncezionale che calcola statisticamente il periodo fertile della donna in modo da riconoscere i giorni in cui è possibile rimanere incinta.

    Il nome deriva dal medico giapponese Kyusaku Ogino che nel 1924 condusse degli studi sulla fertilità femminile, e dal medico austriaco Hermann Knaus, che fu il primo a proporlo come uno dei metodi contraccettivi naturali.

    Il metodo Ogino-Knaus consiste nell’astensione dai rapporti sessuali durante i giorni fertili che si calcolano tenendo presente che il ciclo è suddiviso in due periodi, uno fecondo corrispondente al periodo dell’ovulazione, e uno sterile.

    In realtà, pur essendo noto come metodo anticoncezionale, lo si può utilizzare in due modi diversi, sia per prevenire la gravidanza, sia per programmarla sfruttando i giorni fecondi. Questo metodo è solo uno di quelli naturali che possono aiutare se vi state domandando come rimanere incinta velocemente e grazie al calcolo della propria fase ovulatoria.

    Metodo Ogino-Knaus: come si calcola

    ogino knaus giorni fertili calcolo

    Il calcolo nell’Ogino-Knaus del periodo fertile va fatto al rovescio, ovvero sottraendo 14 giorni dall’inizio (presunto) del ciclo successivo.

    Il calcolo parte dal presupposto che le mestruazioni abbiano inizio di solito tra il 14esimo e il 16esimo giorno dopo l’ovulazione, gli spermatozoi mantengano la capacità fecondante per 3-4 giorni all’interno della donna, l’ovulo sopravviva tra le 12 e le 24 ore. Quindi in un ciclo mestruale regolare di 28 giorni, la fase di fertilità è compresa tra il decimo e 17esimo giorno.

    Ovviamente non tutti i cicli sono regolari, quindi la donna per poter applicare il metodo Ogino-Knaus deve prendere nota, per un po’ di tempo, della durata dei propri cicli e individuare la durata di quello più corto e di quello più lungo osservandoli nell’arco di almeno 12 mesi. Una volta terminato il periodo, si può passare al calcolo dei giorni fertili attraverso queste 2 formule:

    • Durata del ciclo più breve in giorni -(meno) 19 permette di ottenere la fine della fase infertile precedente l’ovulazione.
    • Durata del ciclo più lungo in giorni -(meno) 10 permette di ottenere l’inizio della fase fertile subito dopo l’ovulazione.

    Il calcolo semplice si può effettuare anche sottraendo 14 giorni dalla data (presunta) del flusso mestruale in arrivo, ottenendo così il giorno centrale del periodo di ovulazione che, stando al metodo Ogino-Knaus, dura nel complesso 4 giorni, due prima del giorno centrale e due dopo.

    Il metodo consente in modo approssimativo di calcolare anche i livelli di fertilità che caratterizzano le varie fasi del ciclo. Difatti i giorni poco fertili sono quelli distanti dal periodo dell’ovulazione, sempre che il ciclo sia regolare e che non subentrino ovulazioni anticipate o altri imprevisti.

    D’altra parte i giorni fertili sono quelli più vicini al momento dell’ovulazione, non per forza corrispondenti ai giorni di ovulazione. Difatti gli spermatozoi possono sopravvivere dai 3 ai 5 giorni nell’utero, quindi la fecondazione può avvenire anche nei giorni immediatamente successivi o precedenti il momento dell’ovulazione. Questo è il motivo per cui il calcolatore indica dei giorni alterni durante i quali è possibile avere rapporti sessuali intorno al periodo ovulatorio.

    Detto ciò, è abbastanza chiaro che si tratta di un metodo che può facilmente trarre in inganno.

    Metodo Ogino-Knaus: l’efficacia

    Il metodo Ogino-Knaus è sicuro? Secondo l’indice di Pearl, appositamente concepito per calcolare la percentuale di insuccesso dei metodi contraccettivi, l’Ogino-Knaus si aggira intorno al 16-30% contro, per esempio, il 2% del metodo sintotermico, il 3% del metodo Billings e lo 0,7% del metodo della temperatura basale.

    Quindi si tratta di un metodo non molto sicuro se utilizzato come anticoncezionale, ma sicuramente utile per programmare un’eventuale gravidanza, perché aumenta la probabilità di rimanere incinta se si hanno rapporti sessuali nel periodo ovulatorio o nei giorni immediatamente successivi e precedenti.

    Metodo Ogino-Knaus: i limiti

    Il metodo Ogino-Knaus non è considerato molto affidabile perché considera la data presunta della prossima mestruazione e quindi è abbastanza attendibile solo per chi ha mestruazioni regolari. Difatti se non lo sono, i giorni probabili di ovulazione cambiano e pertanto il risultato rischia di essere errato.

    Basti pensare che il metodo Ogino-Knaus afferma che il giorno centrale del periodo fertile è il 14esimo dalla mestruazione in un ciclo di 28 giorni ma se il ciclo è di 29 giorni, va da sè che il giorno centrale diventa il 15esimo e così via.

    Inoltre se la donna non ha consapevolezza precisa dei propri cicli e non li ha osservati per minimo 12 mesi consecutivi, constatando la loro regolarità, questo metodo risulta poco attendibile per evitare eventuali gravidanze. Invece per avere figli può rivelarsi utile ma è opportuno integrarlo con altri simili per il calcolo dell’ovulazione.

    In più viene sconsigliato alle ragazze di età inferiore ai 18 anni e alle donne di oltre 40 anni, entrambe con cicli tendenzialmente irregolari, nei periodi di sospensione temporanea o definitiva della pillola anticoncezionale, durante l’allattamento e in tutti i casi in cui le mestruazioni subiscano variazioni, per esempio a causa di una malattia, dello stress e via dicendo.

    Metodo Ogino-Knaus come anticoncezionale

    Abbiamo visto che il metodo Ogino-Knaus in origine nacque dagli studi sulla fertilità femminile del medico giapponese Kyusaku Ogino e che solo in seguito venne proposto come metodo anticoncezionale naturale dal medico Hermann Knaus.

    Tuttavia da subito si evidenziarono i suoi limiti, dovuti come premesso all’irregolarità dei cicli mestruali, che non sempre durano esattamente 28 giorni. Come metodo anticoncezionale è quindi sconsigliato per la scarsa attendibilità a meno che non venga associato ad altri metodi simili che ne aumentano l’efficacia.

    Ad ogni modo la sua inattendibilità è dovuta ai calcoli scorretti, non al metodo in se stesso, ma è chiaro che commettere errori mettendolo in pratica è molto probabile perché richiede estrema precisione.