Il metodo anticoncezionale del dott Jonas

nel 1954 il dottor eugen jonas ha scoperto un metodo anticoncezionale che calcolava la fertilità, la vitalità del bambino, il sesso e la nascita. E' affidambile nel 98% dei casi e si basa sulle fasi lunari come erano state studiate dai babilonesi

Pubblicato da Valentina Morosini Sabato 27 giugno 2009

Conoscete il metodo Jonas? Secondo questo medico psichiatra la donna sarebbe influenzata nei suoi periodi di fertilità dalle fasi lunari. Nel 1956, dopo lunghi studi, il dottor Eugen Jonas pubblicò il suo codice cosmobiologico, con il suo metodo anticoncezionale.
Prima della pillola e dei preservativi, gli assiro babilonesi (con molta probabilità in modo inconsapevole) avevano già individuato un’interdipendenza tra i rapporti sessuali, i cicli mestruali della donna e la luna. Jonas fu molto affascinato da questa teoria e fu per questo che studiò con cura ogni dettaglio fino a strutturare un metodo anticoncezionale efficace al 98%.

Sostenne che la donna non aveva solo un ciclo mestruale ma anche un altro ciclo dipendente dalla sua nascita e dagli astri. Stilò poi quattro tipi di calcoli da seguire per evitare di restare incinta o, al contrario, per avere un bambino.

Come si può immaginare, fu accolto con scetticismo. Solo la statistica diede ragione a questo dottore che 60 anni fa disse: “La tendenza dell’embrione e perfino il sesso dei figli dipendono in forma decisiva dalla posizione della luna nel momento del concepimento. I risultati dell’indagine hanno reso possibile adesso stabilire anticipatamente i giorni più adeguati per il concepimento al fine di poter determinare il sesso della creatura che nascerà!”.

Il metodo calcola: i giorni fecondi, il sesso del nascituro, la fertilità, la vitalità del bambino.