Il latte vaccino aumenta il rischio obesità nel bambino

Non tutto va bene nella dieta del bambino: un esempio è il latte vaccino che nei primi 12 mesi può causare obesità

Pubblicato da Valentina Morosini Lunedì 5 luglio 2010

Il latte vaccino e l’obesità possono avere un piccolo legame, che però tutte le mamme devono tenere con attenzione sotto controllo. Se avete dei problemi ad allattare, perché magari il bimbo fa i capricci o semplicemente non avete latte, sarebbe meglio evitare di sostituire quello materno con il latte vaccino, nei primi 12 mesi di vita, perché potrebbe contribuire al rischio obesità. Questo quanto è emerso nel corso del convegno veronese sull’argomento.
All’evento c’erano gli ormai noti Michele Carruba, direttore del Centro studi e ricerche sull’obesità dell’Università degli Studi di Milano, e Claudio Maffeis, responsabile dell’Unità di Nutrizione Clinica e Obesità dell’Università di Verona.

Il latte vaccino è “un alimento perfetto per ragazzi e anziani, ma inadatto ai più piccoli”, spiega Maffeis che ne sottolinea la diversità rispetto a quello materno. So bene che molte mamme lo hanno usato e si sono trovate bene, ma devono sapere che il latte di mucca contiene meno ferro, acidi grassi essenziali e vitamine A, D, C ed E.

Invece, ha un contenuto superiore di proteine che, se assunte in eccesso, possono essere una delle cause di obesità infantile. Lo specialista consiglia dunque, per evitare il rischio di obesità, di sostituire fino ai 12 mesi il latte materno con quello formulato.

Foto tratte da
blogmamma.it
seitreseiuno.net
tuttomamma.com
wellness-salute.com