Il latte materno protegge le mamme dal diabete di tipo 2

Una ricerca americana svela come le mamme che allattano il loro neonato per almeno un mese, abbiano minori probabilità di ammalarsi di diabete di tipo 2 rispetto a chi non allatta.

Pubblicato da Paola Perria Lunedì 13 settembre 2010

Il latte materno protegge le mamme dal diabete di tipo 2

Che l‘allattamento al seno faccia bene alla salute di mamma e bebè è cosa ormai universalmente nota e periodicamente ribadita e rafforzata da studi e statistiche. Quest’oggi giunge una notizia ad ulteriore conferma di questa teoria: le mamme che hanno la possibilità di allattare il proprio neonato per almeno un mese hanno minore probabilità di ammalarsi di diabete di tipo 2 rispetto a quelle che non lo fanno. La fonte è autorevole: la rivista The American Journal of Medicine, che ha riportato i risultati di una ricerca promossa dall’Università di Pittsburgh, Stati Uniti.

I ricercatori americani hanno monitorato un campione di 2233 donne, di età compresa tra i 40 e i 78 anni (ovvero il momento della vita in cui è più alta l’incidenza del diabete di tipo 2), così suddivise: 1125 erano quelle che avevano allattato i loro bambini, 405 non avevano proprio avuto figli, 703 non li avevano mai allattati. Ebbene, l’indagine ha così sentenziato: tra le mamme che non avevano allattato i loro figli, ben il 26,7% del campione (188 donne) ha in seguito sviluppato il diabete di tipo 2, contro il 18% delle mamme che avevano allattato al seno e il 17,5% delle donne senza figli.

Un salto di quasi 10 punti percentuali di cui, però, la ricerca non fornisce una spiegazione. Non è noto, infatti, il motivo per cui l’allattamento naturale inibisca lo sviluppo di una patologia importante come il diabete di tipo 2, ciò che è certo, e che è giusto evidenziare, è quanto sia auspicabile che le neo mamme attacchino al seno il proprio neonato, per almeno un mese continuativamente.

Purtroppo, sappiamo anche molto bene che non tutte le mamme hanno la possibilità di nutrire i figli con il proprio latte. Ci sono casi in cui allattare al seno non è proprio possibile, e si deve ricorrere al latte artificiale. Nessun timore, comunque, non è affatto automatico che, in caso di impedimento, la donna che non allatta sia soggetta a patologie o problemi, ci mancherebbe! Dati, cifre, percentuali e statistiche vanno sempre prese con le pinze, perchè sono tantissime le variabili che incidono sulla probabilità, o meno di incappare in questa o quella malattia, primo fra tutti è il fattore genetico ed ereditario, specialmente quando parliamo di diabete.