Il giocattolo: va scelto in base all’età

Il giocattolo: non è facile scegliere quello giusto, specie quando i nostri figli sono molto piccoli. E’ opportuno optare in base all’età e poi ai gusti dei vostri figli.

Pubblicato da Cinzia Iannaccio Venerdì 6 agosto 2010

Il giocattolo va scelto sempre in base all’età del bambino. E’ vero che girando col pancione nei negozi per preparare il corredino vedete dei giochi a cui non riuscite a resistere. Nulla vi vieta di acquistare la macchina telecomandata o la Barbie di ultima generazione. L’importante è non pretendere che ci giochino da subito! Il gioco di per se stesso è scoperta, creatività, colore, divertimento, educazione, ma soprattutto stimolo, di qualcosa che il bambino ha dentro di se, innate: la fantasia e la capacità di apprendere. Il gioco, o nella fattispecie un giocattolo, sono solo un mezzo per fare tutto ciò.

Ecco allora che entro nei primi 6 mesi di vita dei bambini, gli oggetti da scegliere devono essere morbidi, colorati, da mettere in bocca, magari con suoni e lucine, che a loro piacciono molto. Evitate cose particolarmente pesanti.

Un loro gioco spontaneo e naturale sta nel lanciare a terra tutti gli oggetti che arrivano a portata di mano, per vedere che rumore fanno, ma soprattutto la reazione di mamma e papà. A 12 mesi si ha già la capacità di imparare giocando.

Possono essere stimolanti ad esempio i giocattoli per imparare a camminare, magari pieni di luci e colori, una palla da toccare e lanciare o un cavallo a dondolo.

A tre anni si potrà regalare la tanto agognata macchina telecomandata: si cominciano ad avere le capacità manuali per poterla manovrare. E’ spesso anche l’età della scuola e quindi andranno bene il banco a loro misura, i colori a cera o i pennarelli non tossici.

A quattro o cinque si può arrivare alla Barbie. Ma vedrete, già da prima avranno cominciato a scegliere da soli, o comunque vi renderete conto delle loro attitudini e vi verrà spontaneo assecondarle.

Fatevi consigliare dal negoziante oppure seguite le indicazioni presenti sulle scatole (appunto in base all’età). Evitate cineserie o giocattoli in genere pericolosi e ricordate: il bello vero e proprio, non sta però nell’acquistare un giocattolo speciale, bensì nel riuscire a tornare bambine e giocare con loro.