I bimbi in provetta hanno un dna diverso

I ricercatori dell'università di Temple, in Pennsylvania, hanno condotto i test genetici sui bambini partendo dalla statistica secondo cui i nati in provetta hanno una maggiore probabilità di avere un peso alla nascita inferiore ai 2,5 chilogrammi.

Pubblicato da Valentina Morosini Mercoledì 24 febbraio 2010

I bimbi in provetta hanno un dna diverso

Per concepire un bambino ci sono donne che farebbero di tutto, purtroppo però non sempre madre natura è generosa. Per fortuna la scienza in questi anni ha fatto numerosi passi avanti e grazie alla fecondazione in vitro ci sono nuove possibilità per tutte. Ovviamente gli studi in materia non terminano mai e di recente si è scoperto che i bimbi nati in provetta presentano sottili differenze genetiche rispetto a quelli concepiti ‘naturalmente’ che potrebbero essere alla base della loro tendenza a nascere sottopeso.
Questo è quanto sostiene uno studio secondo cui dal 5 al 10% dei geni coinvolti nel metabolismo del glucosio e dell’insulina sono diversi nei nati da fecondazione assistita. I ricercatori dell’università di Temple, in Pennsylvania, hanno condotto i test genetici sui bambini partendo dalla statistica secondo cui i nati in provetta hanno una maggiore probabilità di avere un peso alla nascita inferiore ai 2,5 chilogrammi.

Il risultato e’ comunque considerato preliminare, hanno spiegato durante la conferenza di presentazione, ed e’ impossibile per ora stabilire se dipenda dalla tecnica di fecondazione o dai problemi di infertilita’ dei genitori.