Halloween bambini: divertirsi in sicurezza

Halloween, è l’occasione per fare feste divertenti, ma anche per ricordare alcune norme di sicurezza e salute per i nostri figli. Regole che da seguire anche nella quotidianità.

Pubblicato da Cinzia Iannaccio Martedì 12 ottobre 2010

Halloween, una festa magica e divertente, per i bambini, ma anche l’occasione per ricordare alcune norme che riguardano la salute e la sicurezza dei nostri figli. Vediamole insieme. In genere nel nostro paese si organizzano festicciole casalinghe. Una prima attenzione va ai costumi: non devono essere troppo ingombranti o lunghi e se prevedono un cappello o una maschera particolare, bisogna verificare che lascino la giusta visibilità. Questo perché in un momento di gioco i bambini potrebbero cadere e farsi male, essendo bloccati da ciò che indossano.

Qualcuno, magari un adulto giocherellone, può invece scegliere una maschera che fa veramente paura: non insistete con i vostri figli affinché affrontino il “mostro”. Avranno tempo per vincere i loro timori, se devono farlo ora, che festa sarebbe?

Assolutamente da evitare accessori che non siano morbidi e flessibili (asce, coltelli, spade, ma anche occhiali, a meno che non siano quelli da vista). Possono farsi male giocando.

Se volete truccarli in modo ineccepibile da veri fantasmini, streghe o vampiri, usate dei prodotti atossici: testateli comunque preventivamente su una piccola zona del loro corpo, almeno 24 ore prima. Con le allergie non si sa mai.

A questo proposito, verificate i cibi con cui verranno a contatto: se vostro figlio è intollerante o allergico a qualche alimento è sicuramente preparato ed attento, ma avvisate comunque chi organizza la festa con tanto di “dolcetti e scherzetti”.

Se i vostri figli sono più grandi e desiderano indossare lenti a contatto decorative (ad esempio per avere uno spaventoso sguardo rosso fuoco) proibiteglielo! Possono andare incontro a traumi oculari, in un contesto festaiolo!

Vivrete Halloween sullo stile tradizionale, in strada passando da una casa all’altra? Le norme di sicurezza sono quelle che riguardano la quotidianità. I bambini vanno accompagnati, mentre agli adolescenti che preferiscono non avere i genitori tra i piedi, occorre ricordare quanto segue: spostarsi sempre in gruppo, non entrare in casa di sconosciuti neppure su invito, attraversare sulle strisce pedonali prestando attenzione alle autovetture, possibilmente indossare qualcosa che sia ben visibile la notte, verificare che i prodotti alimentari offerti siano confezionati e non manomessi.

Ci diranno che siamo noiosi ed esagerati, ma alla lunga, capiranno le nostre ragioni!