Gravidanza indesiderata: le fiction e i telefilm sono educativi

Per promuovere il controllo delle nascite e' meglio un telefilm di un documentario scientifico. Lo ha scoperto uno studio dell'universita' statunitense dell'Ohio, che ha esaminato le reazioni di alcune studentesse universitarie dopo aver visto The O.C

Pubblicato da Valentina Morosini Venerdì 12 febbraio 2010

Non si parla mai di televisione come strumento educativo, ma solo come intrattenimento. Pensare che un tempo ha permesso agli italiani la diffusione di una lingua unica. Bene, alcune cose sono ancora molto utili, anche se spesso vengono viste con snobismo come le fiction e i telefilm. Uno studio dell’università statunitense dell’Ohio ha esaminato le reazioni di alcune studentesse universitarie dopo aver visto un programma dedicato alle difficoltà delle gravidanze indesiderate e una puntata della fiction The O.C. in cui una delle protagoniste, una studentessa di liceo, rimaneva incinta. La razione? Il secondo programma è stato d’aiuto più del primo.

I ricercatori hanno diviso in due gruppi 353 studenti e studentesse tra i 18 e i 25 anni, mostrando a uno il documentario e all’altro il telefilm. Due settimane dopo la visione sono stati somministrati ai soggetti dei questionari per capire il livello di coinvolgimento causato dalla visione e eventuali cambiamenti nello stile di vita.

Le donne che avevano assistito alla fiction si sono dette disposte ad adottare una maggiore attenzione alle gravidanze indesiderate, al contrario delle altre che invece non hanno mostrato variazioni. “La maggior parte delle donne studiate è stata in grado di immedesimarsi nei personaggi della fiction”, spiegano gli autori. Gli uomini? Per loro nessun cambio di reazione.

Foto tratte da
ilcannocchiale.it
wallpapergate.com
blogspot.com
altervista.org