Gravidanza, bambini a rischio se le mamme prendono antidepressivi

Gli antidepressivi in gravidanza possono creare dei problemi ai bambini molti gravi. Ecco quanto scoperto in uno studio analizzando oltre un milione di neonati.

Pubblicato da Valentina Morosini Venerdì 13 gennaio 2012

Gravidanza, bambini a rischio se le mamme prendono antidepressivi

In gravidanza bisogna evitare di prendere farmaci. È questa un’informazione abbastanza nota. C’è però un settore farmacologico che spesso viene preso sotto gamba ed è quello degli psicofarmaci. Una nuova ricerca, del Centro di Farmacoepidemiologia presso il Karolinska University Hospital di Stoccolma, ha verificato che assumere prodotti simili al Prozac o al Celexa può aumentare i rischi per la salute del bambino.

Per l’esattezza potrebbe aumentare la pressione sanguigna nei polmoni (ipertensione polmonare persistente) che potrebbe portare alla mancanza di respiro e di difficoltà respiratorie. Non è quindi un problema su cui banalizzare, ma anzi bisogna fare molta attenzione se si è in stato interessante.


Durante le ricerche, il gruppo di esperti ha raccolto dati su più di un milione di neonati in Danimarca, Finlandia, Islanda, Norvegia e Svezia. All’interno di questo campione, circa 11 mila mamme avevano assunto antidepressivi e 33 bambini, ovvero lo 0,2 percento, sono nati con l’ipertensione polmonare persistente.

Helle Kieler, responsabile del Centro di Farmacoepidemiologia, ha dichiarato: “Bambini nati da donne trattate in gravidanza con questa tipologia di antidepressivi hanno mostrato un rischio raddoppiato di avere bambini con ipertensione polmonare persistente”. Il consiglio degli esperti è quello, quando possibile, di sospendere il trattamento durante la gestazione.