Gravidanza a rischio, limitare l’intimità con il partner

da , il

    Gravidanza a rischio, limitare l’intimità con il partner

    Se state vivendo una gravidanza a rischio e c’è la possibilità che il bambino nasca prematuro vi conviene avere pochi rapporti con il vostro partner. Insomma, astenersi in questo caso non dovrebbe essere un grande sacrificio. È ovvio che le mamme in dolce attesa che stanno attraversa una gestazione tranquilla possono continuare a vivere l’aspetto più intimo della loro relazione con molta serenità. A sostenerlo è uno studio dei ricercatori del Mount Sinai Hospital di New York (Usa) e dell’Università di Toronto (Canada).

    Possiamo farlo, ci sono pericoli? È una domanda molto comune tra le giovani coppie in attesa e alcuni addirittura si astengono per paura di fare male al bambino. In realtà, potete stare tranquille se la gestazione è nella norma, mentre avere pochi rapporti è consigliabile se ci sono problemi al collo dell’utero o siete alle prese con gravidanze gemellari.

    Clair Jones del Dipartimento di Ostetricia del Mount Sinai Hospital ha voluto commentare così: “Un’attività sessuale limitata, nelle signore ad alto rischio di parto pretermine, è una precauzione da tenere in considerazione nonostante, ad oggi, non ci siano prove che suggeriscano espliciti benefici”.

    Quali sono i rischi? Ci sono il parto prematuro, le infiammazioni pelviche e i coaguli di sangue. Ma questi sono solo rischi potenziali, fare l’amore è normale. È meglio comunque limitare i rapporti intimi, anche se non ci sono prove a sostegno dell’astinenza.