Gli aforismi più belli sulle madri

da , il

    La mamma è la persona più importante della nostra vita: a volte litighiamo, a volte la contestiamo ma lei ci perdona sempre. E’ un presenza costante nella nostra vita, un porto sicuro dove tornare anche dopo che per un periodo ci siamo allontanati da lei.

    La parola più bella

    sulle labbra del genere umano è “Madre”,

    e la più bella invocazione è “Madre mia”.

    E’ la fonte dell’amore, della misericordia,

    della comprensione, del perdono.

    Ogni cosa in natura parla della madre.

    Kahlil Gibran

    Anna ha quella forza del bambino che disarma anche il soldato con un fiore

    Anna dice poverino anche quando l’assassino muore

    Con il suo grembiule può far diventare casa una capanna

    E forse non c’è niente di speciale ma Anna è la mia mamma.

    Andrea Bonomo, da “Anna”

    Mamma, solo per te la mia canzone vola,

    mamma, sarai con me, tu non sarai più sola!

    Quanto ti voglio bene!

    Queste parole d’amore che ti sospira il mio cuore

    forse non s’usano più,

    mamma!

    ma la canzone mia più bella sei tu!

    Sei tu la vita

    e per la vita non ti lascio mai più!

    C. A.Bixio – B.Cherubini, dalla canzone “Mamma”

    Essere mamma non è un dovere; non è nemmeno un mestiere:

    è solo un diritto tra tanti diritti.

    Oriana Fallaci, da “Lettera a un bambino mai nato”

    Viva la mamma

    affezionata a quella gonna un po’ lunga

    indaffarata sempre e sempre convinta

    a volte un po’ severa

    Edoardo Bennato, dalla canzone “Viva la Mamma”

    Una madre è una persona

    che vedendo che ci sono solo 4 pezzi di torta

    per 5 persone, prontamente annuncia

    che non le sono mai piaciute le torte“.

    Tenneva Jordan

    Il cuore di una madre è un abisso

    in fondo al quale si trova sempre un perdono.

    Honorè De Balzac

    Le verità che contano, i grandi principi,

    alla fine, restano sempre due o tre.

    Sono quelli che ti ha insegnato tua madre da bambino.

    Enzo Biagi

    Il bambino chiama la mamma e domanda:

    “Da dove sono venuto? Dove mi hai raccolto?”

    La mamma ascolta, piange e sorride mentre

    stringe al petto il suo bambino.

    “Eri un desiderio dentro al cuore.”

    Tagore

    Mamma ho sognato che bussavi alla mia porta

    E un po’ smarrita ti toglievi i tuoi occhiali

    Ma per vedermi meglio e per la prima volta

    Sentivo che sentivi che non siamo uguali

    Ed abbracciandomi ti sei meravigliata

    Che fossi così triste e non trovassi pace

    Da quanto tempo non ti avevo più abbracciata

    E in quel silenzio ho detto piano… “Mi dispiace!” …

    Ma per riuscire a dirti “Mamma… mi dispiace!!!”

    Non è più vero che di te io mi vergogno

    E la mia anima lo sento ti assomiglia

    Aspetterò pazientemente un altro sogno….

    Ti voglio bene mamma… scrivimi… tua figlia.

    Laura Pausini, dalla canzone “Mi Dispiace”