Giochi bambini: la caccia al tesoro

La caccia al tesoro è uno dei giochi più divertenti che potete organizzare per i vostri bambini: non è facilissimo realizzare un percorso perfetto ma la soddisfazione di vederli divertirsi tutti insieme sarà grandissima.

Pubblicato da Francesca Bottini Domenica 5 settembre 2010

Ecco il gioco per eccellenza che diverte sempre grandi e piccini: sto parlando della caccia al tesoro, un modo molto divertente per trascorrere un pomeriggio in allegria. E’ anche il gioco perfetto per le feste di compleanno dei vostri bambini che in questo modo potranno aggiudicarsi il premio, un tesoro da dividere con gli amici, dopo avere decifrato il messaggio che li porterà a vincere il gioco. Ovviamente la caccia al tesoro, per essere entusiasmante deve essere organizzata in modo perfetto e prevedere molti impedimenti, per arrivare al premio dopo un percorso difficile ma divertente.

Prima di tutto decidete dove nascondere il tesoro: ora dovete cominciare a pensare al percorso ma soprattutto agli indovinelli da risolvere per i bambini che in questo modo, passo dopo passo, dovranno sempre di più avvicinarsi alla soluzione finale. Per organizzare una buona caccia al tesoro serve sempre un po’ di fantasia per creare indovinelli non scontati ma neanche impossibili.

La caccia al tesoro deve essere come una catena in cui tutti i punti sono connessi tra loro e che porta, come un sentiero, alla scoperta del tesoro. Per invogliare i bambini potete anche prevedere piccoli premi intermedi, come delle caramelle, ogni volta che indovinano una domanda.

I bambini poi vanno divisi in squadre, e ogni squadra dovrà risolvere ogni indovinello che li porti dritti dritti al tesoro. Non è facilissimo organizzare una bella caccia al tesoro ma per i genitori sarà una grande soddisfazione vedere i propri piccoli che si divertono un mondo in gruppo.

Il tesoro dovrà essere qualcosa che i piccoli si possono dividere: solitamente si opta per un sacchetto di caramelle gustose.

Ovviamente anche per la squadra che arriva seconda deve esserci un premio di consolazione: perché l’importante non è vincere ma partecipare e soprattutto divertirsi.