Gianna Nannini mamma: foto e intervista su Vanity Fair!

La rockstar Gianna Nannini, in procinto di dare alla luce la bimba che aspetta, le scrive una lettera aperta sulla rivista Vanity Fair e la chiama Penelope. La cantante ha 54 anni.

Pubblicato da Paola Perria Mercoledì 17 novembre 2010

Gianna Nannini mamma: foto e intervista su Vanity Fair!

Gianna Nannini, mamma a brevissima scadenza, scrive una lettera alla figlia non ancora nata e la pubblica sulla rivista Vanity Fair. Ma non è una furba operazione di marketing per pubblicizzare l’uscita del suo prossimo CD prevista per gennaio, ma quasi una confessione a cuore aperto sulla professione di mamma, sulle aspettative della maternità, sul desiderio di conoscere, finalmente, la bimba che aspetta. Parole dolcissime, piene di orgoglio e con vibranti accenti di verità, rivolte alla sua Penelope, tale è, infatti, il nome che la rockstar ha scelto per la sua creatura.

Fotografata da Jean-Baptiste Mondino, Gianna Nannini campeggia sulla copertina della rivista col suo bel pancione, radiosa come tutte le future mamme. “Ti chiamerò Penelope perchè mi hai aspettato tanto prima di nascere. Hai aspettato che fossi pronta – scrive la cantante, e confessa – Per tre volte non lo sono stata, ma oggi lo sono. Tu, il più grande amore della mia vita, arrivi dopo il dolore profondo e lo shock. Ma ci ho creduto pienamente, e ho sentito la forza per riuscirci, e ti ho desiderata così tanto che oggi, mentre ti scrivo, ti ho dentro di me”.

Brividi, non c’è che dire. L’emozione c’è, e si sente tutta. E’ la stessa che accompagna tutte le donne che hanno fortemente desiderato un figlio e che, quando questo sogno si concretizza in una gravidanza, non possono non condividere con il resto del mondo tanta gioia. Io la leggo così, credo che la grintosa Gianna, tanto esuberante sul palcoscenico quanto riservata sulle vicende private, abbia deliberatamente scelto di rivolgersi alla sua bimba attraverso le pagine di un giornale per esprimere nel modo più incisivo e risonante possibile la profonda gratitudine che sente.

Un figlio, in fin dei conti, non è un diritto, non è un dovere, è, invece, un grande dono, e come tale va accolto. Prosegue la Nannini, nella sua lettera aperta: “Dio è donna. Lo capirai presto e lo capiremo insieme”. Certo, la donna è colei che dà la vita, e Dio è vita, credo sia questo, il concetto espresso. L’11 gennaio prossimo, uscirà il primo singolo tratto dal nuovo album della 54enne rockstar, scritto e registrato durante la gravidanza, il cui significativo titolo è “Io e te”. Dedicato a Penelope, questa canzone recita: “Ogni tanto penso a te. Sposti tutti i miei confini. Amor, che bello darti al mondo”.