Genitori, se troppo protettivi non aiutano la crescita del bambino

Quando mamma o papà chioccia è troppo presente, troppo soffocante, il carattere in via di formazione del bambino, di fatto, può risentirne. I ricercatori hanno scoperto che non solo il profilo caratteriale ad essere forgiato da genitori troppo opprimenti, bensì il cervello stesso dei “malcapitati” figli.

Pubblicato da Valentina Morosini Lunedì 5 aprile 2010

Genitori, se troppo protettivi non aiutano la crescita del bambino

L’Italia è la patria dei genitori protettivi, soprattutto le mamme, famose in tutto ilo mondo per coccolare i loro bambini (che anche a 40 restano piccoli). Questa cosa però non è poi così salutare. I genitori iperprotettivi possono soffocare anche la crescita del cervello dei propri figli, causando, anzi meglio dire contribuendo a malattie come disturbi dell’umore o cosa più gravi come la schizofrenia. Lo sostiene uno studio condotto da Kosuke Narita dell’università di Gunma in Giappone e pubblicato sulla rivista Progress in Neuro-Psychopharmacology and Biological Psychiatry.

Quando mamma o papà chioccia è troppo presente, troppo soffocante, il carattere in via di formazione del bambino, di fatto, può risentirne. I ricercatori hanno scoperto che non solo il profilo caratteriale ad essere forgiato da genitori troppo opprimenti, bensì il cervello stesso dei “malcapitati” figli.

Dai i test è emerso che coloro che hanno avuto i genitori troppo protettivi presentano un minor volume della corteccia prefrontale dorsolaterale, come pure coloro che sono cresciuti con un padre assente.