Genitori distratti alla guida perchè parlano al telefono

I bambini hanno fotografato i genitori alla guida dimostrando che la maggior parte degli automobilisti di casa è distratto alla guida e spesso pure maleducato. I genitori, a volte, non sono dei supereroi.

Pubblicato da Valentina Morosini Giovedì 26 aprile 2012

Genitori distratti alla guida perchè parlano al telefono

Spesso i genitori sbagliano. Errare è umano, ma quando si è al volante è importante non commettere imprudenze, soprattutto se a bordo ci sono i bambini. Non vogliamo assolutamente fare la predica a nessuno, ma un recente studio, condotto dalla ‘OnePoll’, società specializzata in indagini di mercato, per conto di Continental e della Fondazione per la sicurezza stradale della Bassa Sassonia, ha dimostrato che il 45 percento dei bambini è convinto che mamme e papà non siano abbastanza concentrati alla guida. Voi che ne pensate?

Le cause di distrazioni

Siete convinti di seguire sempre le norme del codice della strada e di essere sufficientemente prudenti quando siete in macchina? Questa domanda dovrebbero farsela tutti, anche coloro che non sono genitori. Stando a quanto emerso dallo studio (realizzato su 500 piccoli tra i 4 e i 16 anni) il 75% dei genitori inveisce, il 54% grida e il 41% litiga, sempre mentre sta guidando. Ma c’è di più. La maggior parte parla al telefono, un comportamento pericoloso quanto diseducativo. Ralf Cramer, membro dell’executive board e capo del Vehicle Safety Technology nella divisione Chassis & Safety di Continental, ha commentato: “I nostri bambini sono gli automobilisti del domani. I genitori, quindi, dovrebbero rappresentare un esempio quando sono al volante e dare il buon esempio”.

Come guidano mamma e papà?

Non c’è genitore che non sia un eroe per il proprio bambino e lo studio lo dimostra. Il 98 percento dei piccoli è soddisfatto dello stile di guida del genitore, il 49 percento sostiene che la sua mamma e il suo papà siano i migliori. Nonostante questa botta di ottimismo, il 20 percento ha ammesso di sentirsi in imbarazzo, per le abitudini di guida dei grandi. Il 17 percento ha avuto paura almeno una volta. Guida meglio mamma o papà? La risposta è scontata: papà. Solo il 39 percento dei bambini preferisce la guida materna, contro il 49% che opta per quella del papà. I piccoli si permettono liberamente di criticare la guida dei genitori e il 92 percento afferma che non avrebbe timore a sgridare il suo “autista di fiducia”.

I comportamenti stradali influenzano i bambini

I comportamenti e le abitudini in macchina possono influenzare non solo la sicurezza delle persone che portiamo a bordo, di quelle che incrociano la nostra via, ma anche i comportamenti futuri dei bambini. L’educazione stradale si fa tutti i giorni, accompagnando i bambini a scuola o a calcio. I bambini con genitori con tre o più infrazioni, un domani da adulti, hanno il 38 percento di possibilità in più di essere sopresi a infrangere il codice della strada rispetto ai bambini con genitori dalla guida sicura. Un occhio di attenzione in più lo devono avere soprattutto i padri, che risultato dall’indagine più aggressivi della mamma e con una guida molto più veloce. Inoltre, il 33% dei padri tende più spesso a gridare e, stando ai piccoli, il 37 percento è descritto come un automobilista ‘cafone’.