G! Come giocare 2010, i giocattoli tradizionali battono quelli elettronici

I giochi in legno, le costruzioni, quelli educativi e i classici super eroi per maschietti sono più gettonati dei giochi elettronici. Meno interessante la Barbie.

Pubblicato da Valentina Morosini Lunedì 22 novembre 2010

G! Come giocare 2010, i giocattoli tradizionali battono quelli elettronici

Si è conclusa ieri la fiera G! come giocare e oggi facciamo un bilancio su quello che è stato ribattezzato il mercato dei balocchi. Manca poco a Natale, alcuni bambini hanno già scritto la lettera a babbo natale e i negozi sono piedi di tanti giocattoli, alcuni tecnologici e altri ancora molto semplici, simili a quelli che si usavano una volta. Questo business vale, in Italia, 1,7 miliardi di euro (con 4 mila addetti e 295 aziende, fonte Assogiocattoli). Ma cosa ci sarà sotto l’albero dei bambini? C’è un ritorno dei giochi tradizionali: +8% i puzzle e i giochi da tavolo, +14% i set da costruzione, addirittura +28% i peluche.

Questi giochi trionferanno sulla tecnologia. L’unica a essere messa un po’ da parte sembra essere la vecchia Barbie che forse ha perso smalto tra le ragazze di oggi. Sono invece in prima linea gli animaletti di pezza, in versione però emotion pets, e i giochi educativi, dai libri-gioco interattivi fino agli ecosistemi da tavolo.

Un’altra categoria che negli ultimi 4 anni è cresciuta molto (+48%) è stata quella delle action figures” (i tradizionali personaggi d’azione per maschietti) mentre la categoria degli “youth electronics” (i giochi elettronici) nello stesso periodo è calata del 19%. E bisogna proprio guardare i dati per accorgersene perché le pubblicità sono piene di giochi informatici. Inoltre, stanno tornando anche i giochi di legno e quelli da usare all’aria aperta, come la corda per saltare. E poi sono molto apprezzati i giochi costruiti in casa con materiale riciclato.

Silvio Castelli di Ndp, la società di ricerche che studia il mercato dei giocattoli ha commentato: “Negli ultimi anni abbiamo assistito a un ritorno di alcune categorie di giocattolo tradizionale a discapito di tipologie di prodotto dotate di dispositivi elettronici . Un dato esemplificativo è quello che mostra la categoria delle costruzioni in crescita a valore del 55% dal 2006 al 2009 mentre il mercato è cresciuto del 15%”.