Fumo e alcol in gravidanza: anche il bambino rischia il cancro

Fumo e alcol in gravidanza mette a duro prava la salute dei bambini, che rischiano anche di sviluppare il tumore. Il pericolo c'è anche con abitudini pregresse

Pubblicato da Valentina Morosini Mercoledì 22 settembre 2010

Quali sono le situazioni che possono mettere a rischio una gravidanza? Non sto parlando di particolari complicazioni, ma di abitudini scorrette. Sono fumare, bere e i chili di troppo. Tutte e tre possono fare male al bambino e ovviamente anche alla mamma. Sono cattive abitudini che tra l’altro si possono facilmente correggere, anche perché i rischi sono davvero eccessivi. Gli stili di vita della madre prima di entrare in stato di gravidanza e durante la gravidanza stessa hanno un impatto importante sulla possibilità che il loro bambino sviluppi il cancro. Lo so, solo la parola spaventa. Cerchiamo di capire meglio il perché.

A sostenerlo è il professor Ricardo Uauy, consigliere presso le Nazioni Unite e l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), che spiega quanto le abitudini della mamma influenzino la salute del bebè. E non si tratta di abitudini durante i novi mesi, anche quelle pregresse. Se la mamma, per esempio, fumava già prima il rischio di cancro è già insito negli ovuli e, quindi, prima ancora del concepimento.

Il cancro, nonostante sia una malattia genetica, si può sviluppare anche a causa dell’ambiente in cui si vive, di conseguenza se la mamma era solita bere (anche solo acqua sbagliata, un po’ come abbiamo detto ieri), rischia di trasmettere al feto alcune tossine.

Inoltre, c’è la possibilità che i bambini siano più piccoli alla nascita. Questo lo può portare a mettere su peso più velocemente, ma sotto forma di grassi anziché muscoli. Di conseguenza è più facile che sviluppino il cancro.