Film e videogames in 3D non causano epilessia nei bambini

I film e i videogiochi in 3D non causano attacchi epilettici, lo afferma studio tedesco. Le immagini in 3 dimensioni non provocano danni neppure in chi già soffre di epilessia.

Pubblicato da Paola Perria Venerdì 9 dicembre 2011

Film e videogames in 3D non causano epilessia nei bambini

Se state pensando di regalare i vostri bambini film o videogames in 3D, allora questa notizia confortante che giunge con perfetto tempismo natalizio, è proprio per voi. Infatti, contrariamente a quanto annunciato (con toni decisamente allarmistici) qualche tempo fa, le immagini tridimensionali non provocano nei più piccoli attacchi epilettici. Non solo la visione in 3D non induce gli attacchi in quei bambini che non sono epilettici, ma addirittura non avrebbe nessun effetto “stimolante” neppure nei soggetti a cui la malattia è già stata diagnosticata. Insomma, possono andare tutti al cinema a vedere un bel cartone animato in versione tridimensionale senza timore alcuno.

E’ quanto affermato da un recente studio austro-tedesco, condotto dai ricercatori dell’Università di Monaco di Baviera in collaborazione con i colleghi dell’Università di Salisburgo su 140 bambini di età intorno ai 12 anni, quasi tutti epilettici. La sperimentazione si è svolta in più tempi. In una prima fase i piccoli sono stati sottoposti ad un test di foto-stimolazione-parossistica, e subito dopo hanno visionato un filmato in 3D di 15 minuti usando come supporto un televisore al plasma di 50’’ posizionandosi a circa 2 metri di distanza dall’apparecchio.

Le reazioni cerebrali dei bambini sono state misurate grazie ad un elettroencefalogramma, il quale, al termine dell’esperimento, non ha rilevato alterazioni di sorta. “Nella nostra coorte di bambini a rischio di epilessia o con epilessia nota, quindici minuti di visione di televisione 3D non ha aumentato le attività epilettiformi sull’EEG, né ci sono stati delle crisi apparenti – ha spiegato Herbert Plischke, coordinatore dello studio – Concludiamo che la possibilità per le persone con epilessia non diagnosticata di avere una crisi epilettica provocata dalla Tv 3D è improbabile”.

Naturalmente questa bella notizia non deve indurre a trascurare gli altri eventuali disturbi che possono colpire chi sia esposto per troppe ore ad un “bombardamento” di stimolazioni visive in 3D (come vertigini, nausea e mal di testa), tuttavia, un bel film in 3 dimensioni si può godere in tutta serenità. Buono a sapersi!