Filastrocca dei numeri, per imparare a contare

da , il

    Filastrocca dei numeri, per imparare a contare

    Le filastrocche dei numeri sono utili ai bambini per imparare a contare. In questo post ne trovate tante, alcune semplicissime (molto conosciute) e facili da ricordare. Nel nostro viaggio attraverso il mondo delle filastrocche stiamo davvero imparando a conoscere quest’arte, un tempo molto più apprezzata soprattutto dai bambini. Comunque se il vostro piccolo è all’asilo o sta per iniziare le Elementari, vi consiglio davvero di leggere insieme questi scioglilingua. Potrebbero diventare un appuntamento fisso, magari durante il bagno o contando i giochi. Vedrete che arriverà sui banchi di scuola conoscendo già tante cose e tante parole in più.

    Le ore del sonno

    Un’ora dorme il gallo

    Due il cavallo

    Tre il viandante

    Quattro il barrocciante

    Cinque il soldato

    Sei il magistrato

    Sette lo studente

    Otto tutta la gente

    Nove la signoria

    Dieci la poltroneria!

    Il gioco di Paperotto

    Sette, quattordici, ventuno, ventotto,

    Questo è il gioco di Paperotto

    Paperotto è andato in Cina

    A cercar la regina

    La regina è andata via

    A piegar la biancheria

    La regina è andata a Roma

    A comprarsi la corona

    La corona è già venduta

    E la regina è svenuta

    E’ svenuto anche il re

    E andar fuori tocca a te!

    Ora qualche filastrocca più tradizionale (una è anche in dialetto).

    Filastrocca dei cinquecento

    E cinquecento cavalieri

    con la spada insanguinata

    e con la testa incoronata

    indovina che cos’è:

    sono le ciliegie

    sono le ciliegie

    che maturan nel giardin.

    E tira e molla

    e molla e tira, (4 volte)

    e lascia andar.

    Un, due, tre

    Un, due, tre

    la Peppina la fa ‘l café

    fa ‘l cafe con la ciculata

    la Peppina l’è meza mata!!

    La pulce

    Un, due, tre,

    quattro, cinque, sei,

    un saltino e sono

    sulla gamba di costei.

    Un, due, tre,

    quattro, cinque, sei,

    mi permette un morsettino

    scusi non ce l’ho con lei.

    Un, due, tre,

    quattro, cinque, sei,

    la pancina adesso è piena

    ciao, goodbye, auf vidersen.

    Ultima filastrocca

    1 l’orso bruno;

    2 le corna del bue;

    3 le ciliegie per me;

    4 le zampe del gatto;

    5 le tinche;

    6 le mele per lei;

    7 il pane a fette;

    8 il pagliaccio col cappotto;

    9 l’ora delle prove;

    10 la minestra di pasta e ceci.