Fiabe bambini: “La Bella e la Bestia” in un musical a Roma

La Bella e la Bestia, la famosa fiaba della Disney è diventata un musical di successo a livello internazionale. In scena tante emozioni da vivere insieme: genitori e figli a teatro.

Pubblicato da Cinzia Iannaccio Sabato 23 ottobre 2010

La magia delle fiabe Disney si può respirare dal vivo. Da ieri sera presso lo storico Teatro Brancaccio di Roma è in scena “La Bella e la Bestia”, in versione musical. Decisamente è un’esperienza che vi consiglio di far vivere ai vostri figli: i personaggi sono reali, concreti, se pure colpiti da incantesimo; i colori fantastici, gli interpreti bravissimi; sul palco di 262 metri quadrati si alternano ben 33 artisti, vestiti con preziosi costumi (in tutto 200); si muovono in 10 diverse scenografie che offrono 34 cambi di scena, tutti a vista: come in un magico abbraccio protettivo, il castello della Bestia sostituisce lentamente la foresta piena di lupi e Belle arriva in un nuovo mondo, che scoprirà essere quello dei suoi sogni.

Sono andata a vedere il musical con mia figlia che ne è rimasta incantata, emozionata (come me del resto) per tutti questi fattori. La cosa che l’ha colpita di più è stata l’orchestra dal vivo, posizionata come dovuto, proprio sotto il palco. Non aveva mai visto tanti musicisti insieme e questo le ha dato la percezione della concretezza di tutto il resto: si recitava, cantava e ballava dal vivo…in diretta e non come siamo abituati di solito a vedere in televisione.

In effetti, l’orchestra, la qualità professionale del cast e di tutta la produzione hanno reso quest’evento degno di Broadway. Il musical de “La Bella e la Bestia” in tutto il mondo ha avuto incassi da record: in Italia lo scorso anno a Milano ha venduto circa 300.000 biglietti e portato a teatro più di 20.000 bambini. E’ però uno spettacolo per tutte le età: divertimento ed emozioni sono assicurati.

La fiaba rimane incentrata sui buoni sentimenti: la bellezza va cercata oltre le apparenze e non bisogna aver paura di chi è diverso da noi. Ma perché proporre un musical a teatro ad un ragazzino? Per abituarli alla magia e alla fantasia delle fiabe; per allontanarli da televisione e videogiochi; per condividere insieme emozioni diverse; perché in fondo il teatro fa bene alla crescita psichica dei bambini (basta pensare all’importanza delle recite scolastiche nei percorsi didattici); perché si vive musica di qualità (premio Oscar come miglior canzone e miglior colonna sonora col cartoon).

Eppoi, come non permettere ai nostri figli di conoscere dal vivo i loro personaggi preferiti? La splendida e dolce Belle (Arianna), il bel cattivo Gaston (Andrea Ceci), il simpatico e brillante cameriere Lumiere (Emiliano Geppetti), Din Don (Simone Leonardi), papà Maurice (Francesco Maria Cordella), Madame de la Grande Bouche (Gabriella Zanchi), Mrs. Brick (Maria Maddalena Adorni), la scontrosa Bestia (Antonello Angiolillo)…e poi lui, il più amato dai bambini: Chicco, il piccolino che si è trasformato in una tazzina ed è costretto a dormire in una credenza.

Se volete, maggiori informazioni potrete trovarle sul sito dedicato: www.labellaelabestia.it . Ma soprattutto, se andate a vedere lo spettacolo: “Preparatevi a vedere con il cuore”.