Fertilità, la sindrome dell’ovaio policistico si cura con l’agopuntura

Se state cercando un bambino e avete l'ovaio policistico, la cosa migliore è agopuntura e tanto e sano sport

Pubblicato da Valentina Morosini Venerdì 11 febbraio 2011

Fertilità, la sindrome dell’ovaio policistico si cura con l’agopuntura

I problemi di fertilità femminile spesso sono legati alla sindrome dell’ovaio policistico (PCOs), che purtroppo colpisce il 10% delle donne. Le signore con questo disturbo non sono sterili, possono avere figli, ma è un po’ più complicato perché il ciclo è molto alterato e spesso l’ovulazione salta. Per migliorare questo problema si può intervenire con l’agopuntura e con l’esercizio fisico. Ha verificato gli effetti positivi uno studio pubblicato sull’American Journal of Physiology-Endocrinology and Metabolism.

Un gruppo di donne con l’ovaio policistico ha seguito trattamenti con agli, manuali e con stimolazione elettrica a bassa frequenza, il secondo gruppo invece ha fatto ginnastica tre volte la settimana, infine, il terzo gruppo non ha dovuto fare nulla. Tutte le partecipanti sono state informate sull’importanza del regolare esercizio fisico e di una dieta corretta. Vediamo ora il risultato.

Elisabet Stener-Victorin, coordinatrice dello studio ha dichiarato: “Lo studio dimostra che sia l’agopuntura che l’esercizio fisico riducono i livelli elevati di testosterone e portano ad avere mestruazioni regolari. Dei due trattamenti, l’agopuntura si è rivelata più efficace”.

L’agopuntura è spesso utilizzata per trattare i problemi legati alla fertilità. È interessante come anche lo sport abbia effetti positivi. Ora, ragazze raccogliete questo consiglio per curare la vostra salute, soprattutto se desiderate diventare mamme.