Fertilità, il test per l’ovulazione

conoscere il periodo dell'ovulazione permette di sapere quali sono i giorni più fertili. In questo modo è possibile programmare una gravidanza. Per fare tutto questo basta un kit per l'ovulazione.

Pubblicato da Valentina Morosini Sabato 1 agosto 2009

La prima cosa per programmare una gravidanza è individuare i giorni fertili. Esistono dei test anche per questi. Non ci sono solo quelli di gravidanza, ma anche quelli per l’ovulazione. Sono, più precisamente, test di fertilità e permettono di stabilire con un buon grado di efficacia i giorni più utili per avere rapporti.
Ne abbiamo parlato in diversi post, soprattutto quello dedicato al ciclo mestruale. Il periodo fertile coincide con l’ovulazione che avviene in genere verso la metà del ciclo: i giorni in cui il grado di fertilità risulta molto alto sono i 2/3 che precedono l’ovulazione per cui in una donna con un ciclo mensile regolare di 28 giorni il periodo più fecondo è quello che va all’incirca dal 10° al 17° giorno.

Possiamo decidere di utilizzare un kit di ovulazione che contiene una serie di stick usa e getta su cui versare qualche goccia di urina; lo stick effettua una rilevazione chimica della presenza di due ormoni, l’E3G e l’ormone luteinizzante (LH) che induce l’ovulazione. Esistono poi quelli digitalizzati o computerizzati.

Se posso suggerire una marca, io proverei ClearBlue Digita per l’ovulazione. E’ affidabile quasi al 100%, ti dà il risultato in massimo 3 minuti ed è considerato il kit più efficace per determinare i 2 giorni migliori per il concepimento naturale
.