Fecondazione in vitro, ridere aumenta le possibilità di riuscita

La fecondazione in vitro è potenziata dalla terapia del sorriso. Lo ha dimostrato una clinica a Israele

Pubblicato da Valentina Morosini Martedì 11 gennaio 2011

Fecondazione in vitro, ridere aumenta le possibilità di riuscita

La fecondazione in vitro (IVF) potrebbe essere più efficace con una bella risata. A sostenerlo è uno studio che ha verificato come scherzi e trucchi di magia, 15 minuti dopo il trattamento per la fertilità, abbiano dato i loro risultati, raddoppiando le possibilità di buona riuscita della gravidanza. Sembra impossibile, ma la terapia del sorriso è stata già collaudata in molti ambiti della medicina, chissà che anche in questo caso non rappresenti il futuro per molte aspiranti madri.

Il responsabile di questa ricerca è il professor Shevach Friedler, un medico esperto in trattamenti della fertilità e mimo addestrato che ritiene che una dose di risate sia in grado di sciogliere lo stress e far rilassare al punto giusto la paziente. Ovviamente, questa teoria ha raccolto molte critiche.

Il professore ha monitorato i progressi di più di 200 donne sottoposte a fecondazione nella sua clinica in Israele. Dopo il trattamento in vitro, la metà delle signore è stata “curata” con le performance comiche del medico-clown, tra barzellette e nasi rossi (come vuole la tradizione).

Il clown sembra fare miracoli: il 36,4% delle donne che hanno sperimentato la risata curativa sono rimestate incinta, mentre solo il 20% delle signore trattate in modo tradizionale hanno concepito. Il dato è alto, perché è quasi il doppio. Un portavoce della British Fertility Society ha però fatto sapere che non vi sono prove certe e scientifiche per diffondere questa tecnica.