Fecondazione, il bambino deve conoscere la verità?

Bisogna raccontare al proprio bambino che è venuto al mondo con la tecnica della fecondazione in vitro?

Pubblicato da Valentina Morosini Lunedì 23 maggio 2011

Fecondazione, il bambino deve conoscere la verità?

La fecondazione è sempre più diffusa e lo si può capire dall’incremento dei parti gemellari. Purtroppo le coppie devono fare i conti con numerosi problemi di fertilità e con un’età delle mamme sempre maggiore. La scelta della PMA (procreazione medicalmente assistita) diventa l’unico modo per concepire un bambino. Bisogna raccontare ai propri piccoli come sono venuti al mondo? Non è ovviamente obbligatorio, quello che però è molto evidente è il modo in cui le mamme vivono questa gravidanza, psicologicamente difficile. Spesso hanno paura di non riuscire a portare a termine la gestazione e i livelli di ansia sono alle stelle.

Che cosa comporta? Intanto un attaccamento per il figlio ancora più forte e in alcuni casi anche stati di depressione. La PMA non è più motivo di vergogna, ormai è talmente comune da essere entrata nella “normalità”. Se ve la sentite, quindi di raccontare al vostro bambino la verità non è una cosa sbagliata, anzi potrebbe aiutarlo a capire quanto lo avete desiderato.