Facebook apre anche ai minori? Non sarà un rischio?

da , il

    Facebook potrebbe aprire ai bambini: come sapete infatti, ad oggi, il social network americano è vietao ai minorenni ma sappiamo che i piccoli possono essere un target molto potente. Lo sa bene anche Mark Zuckerberg, che pare voglia creare uno spazio apposito per i più piccoli su Facebook. Zuckeberg, secondo le prime notizie, vorrebbe portare avanti un’azione per fare in modo da abbassare l’età minima consentita per l’iscrizione a questo tipo di social network. In realtà, anche se ai minorenni sarebbe vietato l’accesso a questi siti, non moltissimi i bambini già iscritti al social network e in questo caso la colpa è solo dei genitori che, soprattutto quando navigano su internet, dovrebbero controllare i loro bambini.

    Per ora infatti bisogna avere almeno 13 anni per registrarsi su Facebook ma ci sono tantissimi bambini, anche davvero piccoli che aggirano l’ostacolo con una data di nascita fasulla. E il gioco è fatto. Peccato che nella rete si nascondano moltissimi pericoli, di cui i bambini ma soprattutto i genitori devono essere coscienti.

    Mark Zuckerberg ha detto che “per avere una buona istruzione è necessario iniziare fin da piccoli”. Proprio per questo vorrebbe sperimentare l’accesso a Facebook anche da parte dei più piccoli. Peccato che, se la notizia fosse confermata, si tratterebbe di un modo per moltiplicare gli incassi delle pubblicità, essendo i piccoli una fetta di mercato molto appetibile.

    Secondo le prime indiscrezioni, l’accesso ai piccoli sarebbe limitato solo per scopi scolastici, come condividere meglio le materie di studio e le ricerche dell’ambiente scolastico. E chi gli chiedeva se fossero davvero intenzionati ad abbassare il limite dei 13 anni, Zuckeberg di FB ha risposto: “Prima o poi ci batteremo anche per questo”.

    Non staremo un po’ esagerando?