E’ nata e sta bene la bambina operata mentre era ancora nell’utero materno

da , il

    E’ nata e sta bene la bambina operata mentre era ancora nell’utero materno

    Giulia è una bambina molto speciale, è nata da pochi giorni ma ha alle spalle un intervento chirurgico davvero unico e straordinario nel suo genere. Alla 20ma settimana, infatti, mamma Stefania e papà Stefano, residenti in provincia di Torino, vengono a scoprire che la loro nascitura ha un difetto cardiaco grave: il suo ventricolo destro non cresce. Tecnicamente, questo problema viene definito atresia polmonare a setto intatto. Cosa si può fare per permettere alla piccola di nascere con un cuore normale e perfettamente funzionante? Tentare un’operazione in utero mai effettuata prima in un ospedale italiano.

    Ad eseguire il difficile intervento, durato in tutto mezz’ora, è Gabriella Agnoletti, responsabile del Servizio di Cardiologia del Regina Margherita di Torino, in collaborazione con Pietro Gagliotti al controllo ecografico. “La parte destra del cuore non stava crescendo perché la valvola polmonare si era chiusa – ha spiegato la dott.ssa Agnoletti – Con un ago siamo passati attraverso la pancia della mamma fino al torace di Giulia per arrivare poi al suo cuore.

    Attraverso l’ago abbiamo poi introdotto un palloncino per perforare a dilatare la valvola”. Ora Giulia è una neonata perfettamente sana, e attende di poter rientrare a casa con mamma e papà, che, raggianti di gioia, ringraziano tutti i medici che hanno permesso questo miracolo. E anche noi ci associamo: Benvenuta Giulia!