Donna incinta, se esposta a sostanze inquinanti il bambino può avere problemi cognitivi

L'esposizione delle donne incinte a sostanze inquinanti puo' dar luogo a problemi nello sviluppo cognitivo del nascituro all'età di 5 anni. Lo sostiene uno studio effettuato a Cracovia, in Polonia, e pubblicato dalla rivista Environmental Health Perspectives.

Pubblicato da Valentina Morosini Venerdì 23 aprile 2010

Donna incinta, se esposta a sostanze inquinanti il bambino può avere problemi cognitivi

Le donne incinte devono stare attente già a 2000 cose, ci mancano solo gli agenti inquinanti. Voglio dire anche una persona sana fa di tutto per non entrare in contatto con sostanze nocive, eppure capita, perché non lo so. Questa notizia mi ha davvero colpita e tra l’altro mi sembra veramente poco logica. Cerco di darvela così come è stata data dalle agenzie poi ditemi voi se queste ricerche sono sempre sensate? L’esposizione delle donne incinte a sostanze inquinanti puo’ dar luogo a problemi nello sviluppo cognitivo del nascituro all’età di 5 anni.
Lo sostiene uno studio effettuato a Cracovia, in Polonia, e pubblicato dalla rivista Environmental Health Perspectives. Dopo aver esaminato 214 mamme, tutte non fumatrici, durante la gravidanza sono state invitate a rispondere a dei questionari e a indossare un piccolo analizzatore dell’aria per determinare l’esposizione agli idrocarburi policiclici aromatici, una classe di inquinanti che deriva dalla combustione.

Dopo 5 anni dalla nascita, i bambini hanno dovuto fare dei test di intelligenza ed è risultato che chi ha avuto esposizione prenatale ha un quoziente di intelligenza più basso. Stop questo è quanto. Ora io madre vorrei che mi dicessero dove trovo le sostanze inquinanti (nelle sigarette??)? Ve lo dico io: gli idrocarburi policiclici aromatici sonoimpiegati per la sintesi di coloranti, plastiche, pesticidi e medicinali, quindi possono essere davvero ovunque (anche nell’aria) e noi non lo sappiamo. La domanda ora è un’altra come possiamo evitarli? Non so rispondere.