Donna in gravidanza: lo stress porta problemi cognitivi al bambino

Sappiamo bene quanto lo stress in una donna incinta faccia male anche al bambino: ora però scopriamo un cosa in più. Lo stress può avere effetti, non solo a livello caratteriale e umorale ma anche a livello cognitivo.

Pubblicato da Francesca Bottini Mercoledì 3 marzo 2010

Donna in gravidanza: lo stress porta problemi cognitivi al bambino

Sappiamo bene quanto lo stress in una donna incinta faccia male anche al bambino: ora però scopriamo un cosa in più. Lo stress può avere effetti, non solo a livello caratteriale e umorale ma anche a livello cognitivo. La ricerca che lo rivela è stata condotta dagli studiosi dell’Università di Rochester, pubblicata sul Biological Psychiatry. All’esame sono state sottoposte 125 donne incinta e sono stati osservati i loro stili di vita e la riposta del bambino.

Alle donne è stata quindi fatta un’amniocentesi per monitorare l’ormone dello stress nel liquido amniotico: questo ormone è chiamato cortisolo ed è prodotto quando una donna è molto stressata.

I bambini sono poi stati analizzati al diciassettesimo mese di vita per analizzare il loro sviluppo mentale e motorio attraverso lo strumento del Bayley test.

I bambini delle mamme che avevano alti livelli di cortisolo evidenziavano vari problemi tra cui il poco attaccamento al genitore, difficoltà di linguaggio e di risoluzione dei problemi, livelli di attenzione più bassi.

I livelli alti di cortisolo possono però passare in secondo piano nel momento in cui la madre, ancora incinta, riesce a sviluppare un legame profondo con il bambino.