Diventare padre: le sue emozioni

Diventare padre non è facile. Certo, è una gioia immensa, forse la più grande che un uomo può provare in tutta la sua vita ma, a differenza della madre, che portando in grembo il bambino, impara a conviverci ancora prima che nasca, per i padri è un po' diverso.

Pubblicato da Francesca Bottini Martedì 9 giugno 2009

Diventare padre: le sue emozioni

Diventare padre non è facile. Certo, è una gioia immensa, forse la più grande che un uomo può provare in tutta la sua vita ma, a differenza della madre, che portando in grembo il bambino, impara a conviverci ancora prima che nasca, per i padri è un po’ diverso.

Tantissimi uomini accompagnano la nascita e la crescita di una figlio a mille paure: che stia bene, che non si faccia male; lo vedono così piccolo e indifeso che hanno quasi paura a tenerlo in braccio.

Ovviamente l’arrivo di un figlio poi cambia i rapporti nella coppia: può anche essere che inconsciamente l’uomo provi una sorta di gelosia per il bambino, per le attenzioni che la sua compagna riserva esclusivamente a lui. Ovviamente non è una gelosia vera e propria ma molto spesso è il risultato di un rapporto esclusivo madre figlio.

Le madri troppo apprensive infatti non fanno che il male della coppia, oltre che del bambino. Ricordate sempre che anche se siete madre rimanete comunque moglie e compagna del vostro uomo e un ruolo non esclude l’altro.

Durante la gravidanza poi spesso anche la sessualità cambia: molto spesso l’uomo ha paura di poter far male alla propria donna e al bambino. Per aiutarlo rendetelo partecipe di tutti i cambiamenti durante la gravidanza: viverla insieme a voi aiuterà il vostro compagno ad essere complice, a supportarvi e a capire meglio quello che succede, mese dopo mese.