Derivati del petrolio negli anelli dentari per neonati in vendita nei supermercati

Un’inchiesta di Report ci parla di un caso inquietante, ovvero il sequestro, in un ipermercato fiorentino, di anelli dentari per neonati contaminati da derivati del petrolio.

Pubblicato da Paola Perria Venerdì 18 novembre 2011

Derivati del petrolio negli anelli dentari per neonati in vendita nei supermercati

Gli anelli dentari per i neonati fatti con derivati del petrolio? Ovvero, idrocarburi e altre sostanze tossiche frutto degli scarti della lavorazione del petrolio che cosa ci fanno all’interno del materiale con cui sono realizzati gli anelli che servono per dar sollievo ai bebè quando cominciano a mettere i primi dentini? Se lo è chiesto una mamma di Sesto Fiorentino, che nel 2009, aprendo la confezione che aveva appena acquistato in un Iper Coop e sentendo subito una puzza di petrolio intensa e alquanto sospetta. Così, partono le indagini, che coinvolgono tutti gli anelli dentari commercializzati dall’azienda francese sotto accusa, la Tigex, specializzata nella produzione di articoli per la prima infanzia.

Tutti i campioni vengono così ritirati dall’ipermercato e inviati per analisi all’ISS, che, però, provvede ad analizzarli “solo” nell’estate del 2011. Risultato? Secondo quanto compare sul sito del Ministero della Salute: “Le prove eseguite hanno riscontrato la presenza di una miscela composta da diverse sostanze tra cui idrocarburi saturi, aldeidi e acidi grassi”, e che, conseguentemente: “le sostanze rilasciate dal prodotto potrebbero essere ingerite dal bambino”. Con grave danno per la sua salute.

Ma come mai una ditta così seria come la Tigex ha immesso sul mercato prodotti destinati ai neonati contaminati da sostanze tossiche? Secondo una ulteriore inchiesta condotta dal team di Report, poiché molti di questi articoli sono made in China, una delle ipotesi è che qualche materiale proveniente da riciclo illegale e quindi non opportunamente trattato, sia finito in mezzo alle materie prime “vergini” che dovrebbero essere utilizzate in modo esclusivo per la fabbricazione degli anelli dentari.

Il che spiegherebbe anche come mai gli articoli ”al petrolio” sono pochi e sparsi a macchia di leopardo rispetto al grosso della produzione. Ai consumatori e alla mamme, perciò, si consiglia la visione della prossima puntata di Report, che andrà in onda domenica 20 novembre come sempre alle 21:30, per ulteriori delucidazioni su questo inquietante caso.