Depressione post partum, colpiti sempre più papà

L'arrivo di un bambino è un momento molto particolare e può creare confusione anche per i papà. Sono tanti i genitori che devono fare il conto con la depressione.

Pubblicato da Valentina Morosini Lunedì 30 maggio 2011

Depressione post partum, colpiti sempre più papà

La depressione post partum colpisce sempre di più anche i papà. Qualche giorno fa abbiamo parlato dei sintomi della gravidanza e di come i partner vengano in qualche modo colpiti da quei malesseri tipici delle donne in stato interessante. Secondo l’Istituto per la paternità inglese, 1 padre su 10 è vittima della depressione, contro 1 mamma su 7. Il periodo in cui manifesta è tra i 3 e i 6 mesi di vita del bambino. Il motivo? Le responsabilità, gli ormoni, la mancanza di sonno e poi il fatto di vedere la propria compagna completamente presa nel suo nuovo ruolo.

Inoltre, c’è un senso inadeguatezza. Le donne sentono di saper fare meglio le cose, come cambiare i pannolini o dargli da mangiare e isolano un po’ il partner. Invece, è importante renderlo partecipe in tutto e farlo calare nel ruolo di papà anche da un punto di vista pratico. Una famiglia è una squadra.