Cosa succede durante il ciclo mestruale

Con ciclo mestruale si considera quell’insieme di che portano la donna all'ovulazione. Se avviene la fecondazione, inizia la gravidanza, altrimenti L’ovulo non fecondato deve essere eliminato quindi la mucosa uterina si stacca e viene espulsa, dando origine a una perdita di sangue che dura alcuni giorni.

Pubblicato da Valentina Morosini Giovedì 30 luglio 2009

Quel fastidioso mal di pancia mensile è il segno che siamo donne e che possiamo avere dei bimbi. Sto dipingendo il mestruo come qualcosa di romantico, però se vogliamo vedere la cosa con positività, in effetti, è così. Non pensiamo solo al dolore e al disagio.
Con ciclo mestruale si considera quell’insieme di processi che portano la donna all’ovulazione. Vediamo cosa succede nel nostro corpo nell’arco dei 20 giorni, che è la durata media di un ciclo. Questo periodo va diviso in due parti: nella prima fase, l’ipofisi (una ghiandola situata alla base del cervello, che fabbrica gli ormoni necessari all’ovulazione) produce due ormoni l’FSH (follicolo-stimolante) e l’LH (luteinizzante).

Questi due ormoni hanno il compito di stimolare le gonadi (ghiandole sessuali) e, per l’esattezza, l’FSH provvede a far maturare il follicolo e stimolare la produzione di estrogeni nella donna, mentre l’LH promuove l’ovulazione. A questo punto il follico scoppia facendo fuoriuscire la cellula uovo che entra nelle tube di Falloppio ed è pronta a essere fecondata da uno spermatozoo.

C’è poi una seconda fase (i restanti 14 giorni, che possono essere variabili). Questo periodo può svolgersi in due modi diversi: se è avvenuta la fecondazione, l’embrione produce precocemente un ormone chiamato gonadotropina corionica umana (HCG) che è in grado di prolungare la vita del corpo luteo (corpo luteo gravidico), il quale continua a secernere progesterone ed estrogeni e il risultato finale è l’assenza della mestruazione e il proseguimento della gravidanza.

Se invece non è avvenuta la fecondazione, il corpo luteo degenera e cessa la produzione di ormoni. L’ovulo non fecondato deve essere eliminato quindi la mucosa uterina si stacca e viene espulsa, dando origine a una perdita di sangue che dura alcuni giorni.