Congedo di maternità, la nuova proposta

In Europa è stata fatta una nuova proposta:le nuove norme dovrebbero garantire un congedo parentale di quattro mesi, anziché i tre attuali. Inoltre avranno il diritto di godere di orari flessibili al rientro.

Pubblicato da Valentina Morosini Sabato 12 settembre 2009

Mamme e papà, potete stare un po’ più sereni. Il periodo di congedo parentale è sempre un grosso problema nel mondo del lavoro. Una nuova direttiva prevede un periodo più lungo di astensione dal lavoro e promuove maggiore tutela contro le discriminazioni.

Le nuove norme dovrebbero garantire un congedo parentale di quattro mesi (in Italia abbiamo 21 settimane), anziché i tre attuali. Inoltre si avrà il diritto di godere di orari flessibili. Questo almeno l’obiettivo della proposta di direttiva del Consiglio Europeo, pubblicata dal sito JobTalk.

È già da tempo che in Europa si parla di voler arrivare a 20 settimane di astensione dal lavoro con la retribuzione al 100%, ne avevamo parlato anche noi di Pf qualche tempo fa. Ciò che fa piacere è che l’intervento di Bruxelles intende fornire una reale protezione ai lavoratori: si punta, a facilitare la ripresa dell’attività professionale dopo il periodo di congedo, accordando ai lavoratori il diritto di richiedere orari flessibili.

Il rientro è sempre il momento più difficile, poi non tutte le mamme hanno i nonni o si possono permettere una baby-sitter e nidi e asili hanno degli orari spesso non compatibili con chi fa l’impiegato.

Foto tratte da
eudebate2009.eu
gazzettadellavoro.com
bebeblog.it