Concepimento: tre mesi prima seguire una dieta ricca di folati

I più ricchi di folati sono asparagi (372 mcg ogni 250 grammi) e broccoletti rapa (333), poi broccoli (214) e ancora arance (63 mcg ogni 150 grammi), mandarini (57) e kiwi (42). Ottime anche le foglie verdi di lattuga, spinaci e rucola, così come i legumi: lenticchie (181 mcg ogni 30 grammi secchi) e fave (90) i più salutari

Pubblicato da Valentina Morosini Mercoledì 14 aprile 2010

Concepimento: tre mesi prima seguire una dieta ricca di folati

Cosa mangiare in gravidanza? Questo è sempre un bel problema, di quelli che si fa davvero fatica a gestire. No, non è vero. Quando andate dal vostro medico, magari in base al periodo, fatevi consigliare una serie di alimenti da evitare e una serie, invece, da assumere con regolarità. Intanto io propongo una novità: prima di diventare mamme, tre mesi prima del concepimento, introdurre più folati nella dieta quotidiana. Sono considerati uno scudo contro gravi malformazioni del feto, riducono del 50-70% il rischio di anencefalia e spina bifida e del 10-20% altre malformazioni congenite come le cardiopatie. Ma cosa sono i folati? Vitamine del gruppo B.

L’invito ad arricchire la dieta con queste vitamine del gruppo B, in grado di proteggere la salute delle donne e prevenire gravi malformazioni del feto, è arrivato dagli esperti dell’INRAN (Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione) e dell’ICDB (Alessandra Lisi International Centre on Birth Defects).

I più ricchi di folati sono asparagi (372 mcg ogni 250 grammi) e broccoletti rapa (333), poi broccoli (214) e ancora arance (63 mcg ogni 150 grammi), mandarini (57) e kiwi (42). Ottime anche le foglie verdi di lattuga, spinaci e rucola, così come i legumi: lenticchie (181 mcg ogni 30 grammi secchi) e fave (90) i più salutari.