Concepimento, la luce solare aumenta la fertilità

Le coppie sono più fertili quando il livello di vitamina D è alto, ecco perché è molto importante l'esposizione al sole. Lo ha scoperto una ricerca austriaca dedicata al tema del concepimento.

Pubblicato da Valentina Morosini Martedì 31 gennaio 2012

Concepimento, la luce solare aumenta la fertilità

Il concepimento spesso non è proprio immediato e ci sono coppie che cercano un bambino per anni. Secondo uno studio della Medical University di Graz in Austria, quello che ci vuole potrebbe essere un bel bagno di sole. Non è solo l’invito a vivere senza ansia la ricerca di un bimbo e a prendersi qualche vacanza romantica, ma secondo gli esperti, l’esposizione alla luce solare aumenta la fertilità sia negli uomini sia nelle donne. Contribuisce, infatti, a stimolare la produzione di vitamina D.

Questa vitamina, sostengono gli esperti austriaci, serve a bilanciare gli ormoni sessuali femminili e a migliorare il numero di spermatozoi maschili: insomma, per una volta non si parla solo di calcio. Ma dovremmo saperlo, perché la vitamina D è importantissima in menopausa, quando gli scompensi ormonali sono alti.

La vitamina del sole incrementa, nelle donne, i livelli di progesterone ed estrogeno rispettivamente del 13% e del 21%. Inoltre, regola i cicli mestruali. È molto importante questo passaggio, perché significa avere un’ovulazione abbastanza stabile. Per quanto riguarda i futuri papà, aiuta a potenziare il numero di spermatozoi e il livello di testosterone.

Lo studio ha dimostrato, infine, un’ultima cosa: i livelli di testosterone hanno il picco massimo ad agosto e sono più bassi all’inizio della primavera, dopo l’inverno. Le donne, invece, fanno più fatica a ovulare nel periodo freddo, a dimostrazione di quanto sia importante la luce del sole. Questo tema è molto ricorrente nullo studio della fertilità, perché spesso ci si dimentica quanto la natura abbiamo il sopravvento sui nostri desideri.