Come scegliere la baby sitter

da , il

    C’è un momento della vita in cui bisogna farsi forza e lasciare i propri bambini a uno sconosciuto. Purtroppo se non abbiamo a disposizione dei nonni, se le strutture non sono sufficienti è necessario ricorre a un estraneo. Bisogna scegliere con attenzione e fidarsi (è l’unica possibilità).

    Spesso sono giovani ragazze straniere che vengono in Italia per cercare un lavoro stabile e si ritrovano, invece, ad assistere vecchietti e bambini. Per i piccoli non ci sono problemi, saranno tratti da principini e con rispetto. Per quanto riguarda le differenze culturali, può essere solo che un bene, fin da subito si abituano a relazionarsi con persone diverse.

    E’ importante che queste signore siano regolarizzate. Stiamo parlando di aiuti domestici a tempo pieno e se volete conservare e proteggere questo rapporto, fate in modo di essere in ordine con la legge. Ne hanno diritto le baby sitter, ma anche i vostri bimbi.

    La gelosia nei confronti della tata è sciocca, parlo con voi, mamme. E’ vero che i figli si affezionano tantissimo, ma nulla sostituirà la figura materna. E’ come il rapporto per i nonni: l’affetto coesiste, è forte, ma non toglie null’altro. E se proprio la rivalità con un’altra donna vi spaventa, scegliete un tato.

    Si chiamano mannies, che oltre a essere il plurale di manny, sono la contrazione di man e nanny. Sono bravissimi e in America sono già una figura normale da vedere accanto ai piccoli.